Oron (baliaggio, distretto)

Ex distr. vodese situato nel Jorat e nell'alta valle della Broye, caratterizzato da un'economia prevalentemente agricola. Succedette al baliaggio (gouvernement) di Hautcrêt (1536-56) e al baliaggio bernese di O. (1557-1798). Pop: 6635 ab. nel 1850, 6652 nel 1900, 5915 nel 1950, 6647 nel 1980, 10'077 nel 2000. Dopo l'introduzione della Riforma nel Paese di Vaud (1536), i beni dell'abbazia cistercense di Hautcrêt vennero secolarizzati. Berna ereditò quindi i diritti feudali e di decima fino alla regione di Dézaley (Puidoux), a Burignon (Chardonne) e al confine del cant. Friburgo (negli attuali distr. della Glâne e della Veveyse). Un amministratore fu incaricato della gestione dei beni del convento, a cui si aggiunsero, attraverso l'acquisto, le signorie di Maracon (1547), di O. e di Palézieux (1557), antichi feudi del conte Michel de Gruyère, il cui fallimento era stato dichiarato nel 1555. La circoscrizione fu allora elevata al rango di baliaggio. L'abbazia di Saint-Maurice conservò tuttavia la signoria di O.-la-Ville e di Vuibroye fino al 1675. Dal 1798 al 1803 O. costituì un distr. del cant. Lemano, poi di quello di Vaud (1803-2006). Composto da 23 com., era suddiviso in due circ. (O. e Mézières); O.-la-Ville ne era il capoluogo. La nuova suddivisione del territorio ha comportato l'incorporazione di 18 com. nel distr. di Lavaux-O., quattro in quello di Broye-Vully e uno in quello del Gros-de-Vaud.


Bibliografia
– Ch. Pasche, La contrée d'Oron, 1895 (rist. 1988)

Autrice/Autore: Patrick-R. Monbaron / cmu