02/09/2011 | segnalazione | PDF | stampare | 

Aubonne (signoria, distretto)

Signoria dall'XI sec. al 1701, baliaggio bernese dal 1701 al 1798, distr. del cant. Lemano dal 1798 al 1803, distr. del cant. Vaud dal 1803. L'attuale distr. si estende dalla collina coltivata a vigneti che domina il lago di Ginevra alle cime del Giura. La prima menz. accertata di un signore d'A. risale alla seconda metà dell'XI sec.; il quadro genealogico della fam. si precisò nel XII sec. Nel 1234 tre fratelli accordarono franchigie alla città di A.; il maggiore, Guerric, vendette nel 1255 il suo castello, il borgo e l'ospizio a Pietro II di Savoia, al quale il figlio di suo fratello Jacques, fondatore del ramo dei cosignori di A., aveva prestato omaggio già nel 1242. La signoria passò in seguito ai Thoire-Villars, agli Alamandi e a Guillaume de Grandson; nel 1393 fu confiscata al figlio di quest'ultimo, Othon, e data in feudo ai conti de Gruyère. Fino al riacquisto della baronia di Vaud da parte del duca di Savoia (1359) e all'estensione del diritto consuetudinario vodese, A. fece parte della contea di Ginevra; in seguito i signori d'A., che avevano assunto il titolo di baroni, furono ammessi agli Stati di Vaud. Nel 1476 la signoria di A. fu risparmiata dalle guerre di Borgogna, in quanto la Gruyère era alleata degli Svizzeri; nel 1536 A. si sottomise senza opporre resistenza alle truppe bernesi, ma fino al 1553 fu lasciata ai signori de Gruyère. A. ebbe in seguito diversi proprietari, tra i quali figurano i franc. Jean-Baptiste Tavernier (dal 1670) e Henri Duquesne (dal 1685), che nel 1701 la vendette a Berna. La cosignoria fu invece conservata dai d'A. fino alla loro estinzione nel 1448, e quindi ereditata dai Menthon, che nel 1556 vendettero i loro beni posti in città al signore di A. La porzione di territorio situata fuori città (hors les franchises) ebbe diversi proprietari; l'ultimo di essi, Gabriel-Henri de Mestral, la vendette nel 1754 a Berna. Il baliaggio, creato solo nel 1701 e di dimensioni ridotte, non comprendeva né Apples (enclave dipendente da Romainmôtier), né Bérolle, Bière, Mollens, Saint-George, Saint-Oyens e Bougy (dipendenti da Morges; oggi Bougy-Villars); si estendeva invece su Yens, Lavigny, Etoy (oggi tutti e tre nel distr. di Morges) e Burtigny (oggi distr. Rolle). A., Gimel e Etoy ospitavano ciascuno una corte di giustizia; altre corti erano previste per i feudi dei vassalli. Sul piano spirituale, il baliaggio di A. formava un colloquio della classe di Morges. Nel 1798 il baliaggio divenne un distr., le cui frontiere definitive furono stabilite solo nel 1803; il distr. è composto da 17 com. e tre circ. (oggi circoscrizioni giudiziarie: A., Ballens, Gimel).


Bibliografia
– L. de Charrière, Les dynastes d'Aubonne, 1870
– G. Castelnuovo L'aristocrazia del Vaud fino alla conquista sabauda, 1990

Autrice/Autore: Jean-Jacques Bouquet / pcr