Verenahof

Insediamento nel com. di Büttenhardt (SH) dal 1967, in origine formava con le curtes di Tannerhof e Maulenhof il villaggio di Büttenhardt. La frazione è così nominata per la chiesa di S. Verena a Kirchstetten-Wiechs (Baden-Württemberg), da cui inizialmente dipendeva. Parte della contea di Tengen dal XIV sec., nel 1522 fu venduta alla casa d'Asburgo, per poi passare ai principi von Auersperg (1633) risp. al granducato del Baden (1811). Dal 1852 V. appartiene alla Svizzera, ma dal profilo della sovranità continuò a essere un'enclave ted. fino alla rettifica dei confini tra Germania e Svizzera del 1967. All'inizio del XXI sec. la località, che occupava una superficie di 43 ettari, contava quattro abitazioni.


Bibliografia
– K. Bächtold, Die Geschichte der Gemeinde Büttenhardt, 1988
– A. Schiendorfer, E. Steinemann, Der Verenahof zu Büttenhardt, 19922

Autrice/Autore: Matthias Wipf / sat