Ebikon (baliaggio)

La marcha Abinchova, menz. verso la fine del IX sec. come proprietà del Fraumünster zurighese, era un feudo immediato dell'Impero. Allora il feudo era impegnato: comprendeva essenzialmente il territorio del com. di E. con l'alta e la bassa giustizia, e la signoria di banno. Verso il 1200 il feudo del Fraumünster era detenuto dai signori von Heidegg; dopo il 1245 ne era proprietario l'ordine teutonico di Hitzkirch, che investì i signori von Heidegg come vassalli. Prima del 1321 gli Asburgo acquisirono il baliaggio di E., cedendolo in pegno inizialmente a Gottfried von Hünenberg e nel 1379 ai Gundoldingen di Lucerna. E. passò in seguito ai von Moos e agli Hasfurter. Nel 1415 Lucerna ne assunse la signoria feudale. Verso il 1472/73 Lucerna acquisì il baliaggio da Rudolf Schiffmann e, dopo un tentativo fallito di reclamare per sé l'alta giurisdizione nel 1436, vi insediò dei balivi. Il com. di E. e Rotsee, che già nel 1352 aveva pagato imposte lucernesi (come pure nel 1456 e nel 1472) e che nel 1379 era entrato nella comborghesia di Lucerna ed era soggetto all'obbligo di fornire truppe, partecipò finanziariamente all'acquisto del baliaggio da parte di Lucerna, ottenendo in cambio la salvaguardia dei suoi antichi privilegi. Il baliaggio esistette fino al 1798. Il suo territorio, dapprima assegnato al distr. di Lucerna, fu integrato nel 1803 alla giurisdizione com. di Udligenswil. Tra il 1814 e il 1913 appartenne alla giurisdizione distr. di Habsburg e da allora è parte del distr. di Luzern-Land.


Bibliografia
– F. Glauser, J. J. Siegrist, Die Luzerner Pfarreien und Landvogteien, 1977

Autrice/Autore: Waltraud Hörsch / sma