Emmetten

Com. NW; (1160 ca.: Empnoten). Il com. politico risale al 1850, la comunitÓ scolastica autonoma al 1877. Villaggio sviluppatosi lungo la strada cant. Beckenried-Seelisberg, ai due lati del passaggio detto "Egg". Pop: 378 ab. nel 1743, 659 nel 1850, 603 nel 1860, 632 nel 1880, 593 nel 1900, 680 nel 1950, 1184 nel 2000. In origine insediamento sparso, nel 1150 E. Ŕ cit. per la prima volta in un registro fondiario dell'abbazia di Engelberg. Nel 1348 la comunitÓ di E. (detta ▄rte), con Beckenried, si separ˛ da Buochs e EnnetbŘrgen; nel 1732 si stacc˛ anche da Beckenried. Nel 1367 sorse a E. una cappella, dipendente dalla parrocchiale di Buochs; l'autonomia parrocchiale risale de facto alla lite sulla questione (1454-90), de iure probabilmente al 1593. La chiesa di S. Giacomo, eretta nel 1479, fu ricostruita dopo un terremoto (1614-15); quella odierna Ŕ molto pi¨ recente (1932-33). Nel 1710 fu costruito l'ossario, con una danza macabra oggi esposta nella cappella della S. Croce (eretta nel 1791). Nel 1741 l'incendio della casa parrocchiale distrusse i registri dei battesimi e dei decessi.

Fino a XX sec. inoltrato l'economia fu segnata dall'agricoltura (produzione lattiera e allevamento bovino, vasti alpeggi in localitÓ Niederbauen e Oberbauen e nel Choltal). Casere nel Choltal (monumenti protetti dal 1998) attestano la produzione di formaggi a pasta dura; un'altra fonte di introiti era costituita dalla lavorazione del legname. Nel XIX sec. non ebbe esito il tentativo di migliorare il reddito della pop. con la tessitura di seta (anche basata sulla distribuzione a domicilio del filato). Lo stabilimento di cura Sch÷neck, costruito nel 1863 e noto dal 1874 in tutta Europa per le sue cure in acqua fredda, perse importanza con la prima guerra mondiale e poi fallý; trasformato in seminario dalla Missione Betlemme Immensee nel 1932, fu demolito nel 1983. Sulla mulattiera per Beroldingen (com. Seelisberg) fino al 1850 c'era un posto doganale. Nel 1880 fu ampliata la carrozzabile proveniente da Beckenried e nel 1913 fu costruita la funivia di Niederbauen. L'emigrazione, in aumento nel decennio 1950-60, fu arrestata da investimenti nel ramo turistico. Oggi la zona sciistica ed escursionistica fa corpo unico con un alpeggio di Beckenried (Klewenalp). Nel 2000 quasi due terzi della pop. attiva lavoravano nel terziario, un sesto nel secondario e un decimo nel primario. Per oltre metÓ erano pendolari, gravitanti soprattutto nella regione di Stans o Lucerna.


Bibliografia
– H. Muster, Emmetten/Seelisberg, s.d.
MAS Untervaldo, 19712, 88-101
– K. Achermann, ─mńttergschichte, 1997
– T. K. Zimmermann, Sch÷neck, 1999

Autrice/Autore: Peter Steiner / vfe