Kägiswil

Comunità di distr. del com. di Sarnen (OW); (1257: Kegenswile ). Situata su una piana alluvionale a ovest del torrente Sarneraa e a nord del villaggio di Sarnen, lungo la strada del passo del Brünig, comprende il villaggio omonimo, la frazione di Kreuzstrasse in pianura e l'insediamento sparso su un terrazzo di Schwarzenberg (700 m). Pop: 435 ab. nel 1900, 842 nel 1966, 1074 nel 1991, 1207 nel 2001.

Proprietà degli Asburgo a metà del XIII sec., K. appartenne al convento di Engelberg agli inizi del XIV sec., al capitolo di Beromünster e alla fam. lucernese von Gundoldingen nel XV sec. Il territorio comprendeva anche possedimenti allodiali di fam. locali (von K., von Schwarzenberg, Russ, Rüdli). Una cappella è menz. nel 1455, la consacrazione della cappella rinnovata di S. Bartolomeo avvenne nel 1459. Distrutta da un incendio nel 1800, fu ricostruita lo stesso anno. Nei pressi della vecchia cappella, demolita, fu eretta una nuova chiesa, consacrata nel 1968 (parrocchia dal 1971). La comunità per lo sfruttamento dei beni com. (corporazione, Teilsame) assunse importanza nel XIV e XV sec. con l'incremento dell'economia pastorizia. La comunità di distr. fu fondata nel 1879, quando per la prima volta i membri della corporazione (Teiler) e i dimoranti (Beisassen) si riunirono per discutere il risanamento dell'aula scolastica. I suoi statuti risalgono al 1931, la casa com. al 1981. Dotata di competenze in vari ambiti (polizia edilizia, strade, fognature, illuminazione, approvvigionamento idrico, smaltimento dei rifiuti), nel 2003 si è fusa con il com. di Sarnen. Il laghetto di Wichelsee, creato da uno sbarramento della Sarneraa a scopi idroelettrici (1957), oggi è considerato paesaggio di importanza nazionale. Dopo la soppressione della stazione ferroviaria Kerns-K. (1989), il villaggio è collegato a Sarnen e Alpnach da autopostali. Parallelamente allo sviluppo dell'insediamento in pianura, la struttura economica di K. ha subito dal 1960 forti modifiche (calo del settore primario e aumento del secondario). Un importante datore di lavoro è la ditta Leister (fondata nel 1949 a Solingen), che nel 1963 aprì una filiale a K. Oggi l'impresa (dal 1999 con sede principale a Sarnen), attiva sul piano mondiale, produce apparecchi per l'erogazione di aria calda, saldatrici, sistemi laser per la lavorazione di materie plastiche e dispositivi microottici. I pendolari lavorano soprattutto a Sarnen, ad Alpnach e nell'agglomerato lucernese.


Bibliografia
– J. M. Galliker, «Der Werdegang des Wappens von Kägiswil», in Archivum Heraldicum, 94, 1980, 37-40
– E. Berchtold, Heimatkunde Obwalden, 1981
– R. Bürger, Landschaftsschutz in Obwalden, 1986
– D. Rogger, Obwaldner Landwirtschaft im Spätmittelalter, 1989

Autrice/Autore: Edy von Wyl / vfe