Steinerberg

Com. SZ, distr. Svitto; (1404: an steiner berg). Villaggio con numerose fattorie isolate situato sulle pendici meridionali del Rossberg. Pop: 352 ab. nel 1850, 393 nel 1900, 445 nel 1950, 896 nel 2000. S. si trova sull'antica via di pellegrinaggio che da Arth porta ad Einsiedeln. Nel tardo ME la regione attorno a S. apparteneva alla parrocchia di Steinen. Una cappella Ŕ menz. nel 1478. L'immagine sacra di S. Anna nella cappella consacrata nel 1501 rese S. una meta di pellegrinaggio di importanza sovraregionale fino al XIX sec. La chiesa attuale risale agli anni 1570-72 e fu ampliata nel 1785-86. Nel 1632 S. ottenne il diritto di battesimo e sepoltura e nel 1646 divenne parrocchia autonoma. Con la costruzione della strada dello S. fra Oberarth e Sattel (1870-76) e il collegamento alla Ferrovia del Sud-Est (1891), S. divenne luogo di transito. All'inizio del XXI sec. la localitÓ conservava un carattere agricolo: prevalevano la frutticoltura e l'allevamento, affiancati da alcune piccole imprese artigianali e un caseificio.


Archivi
– StASZ, sezione corografia e tradizioni popolari (Steinerberg)
Bibliografia
Brevier Schwyz, 1994, 59 sg.
– M. Kńlin, źSteinerberg╗, in MHVS, 100, 2008, 168-171

Autrice/Autore: Andreas Meyerhans / lta