▄berlingen

CittÓ (Grosse Kreisstadt) del distr. del Bodensee nel Land ted. del Baden-WŘrttemberg, sulla sponda settentrionale del ramo nordoccidentale del lago di Costanza (▄berlingersee); (770: Iburinga). Pop: 3250 ab. nel 1496, 2645 nel 1802, 4286 nel 1900, 8348 nel 1950, 21'625 nel 2007. Nella Vita di Gallo per l'anno 613 ▄. Ŕ menz. come sede di un duca alemanno, nel 770 Ŕ documentata come patrimonio regio. L'abbazia di Einsiedeln possedeva beni a Deisendorf (972 e 1040), il convento di Allerheiligen a Nesselwangen. L'edificio pi¨ antico della chiesa parrocchiale di S. Michele ad Aufkirch fu proprietÓ dell'abbazia di Engelberg (1311-43). Da Stockach, Messkirch e Saulgau tre strade portavano a ▄., dove si svilupp˛ un porto centrale per l'esportazione del grano in Svizzera. Nell'XI sec. a ▄. sorse un mercato, che nel 1644 era il pi¨ grande della Germania meridionale. Nel XIII sec. ▄. divenne una cittÓ imperiale con i propri diritti civici. Signore della cittÓ era l'imperatore, che nominava un Ammann; pi¨ tardi si aggiunsero un Consiglio e due borgomastri. Fino al 1300 domin˛ il patriziato cittadino, a cui seguý un regime corporativo. Nel XIV sec. si formarono il Piccolo Consiglio, composto da 29 membri, e il Gran Consiglio, con 84 membri. Nelle leghe cittadine del XIV sec. (1315, 1327, 1376, 1385), ▄. si uný a cittÓ sviz. La comunitÓ ebraica, attestata dal 1216, espulsa nel 1349 e nel 1430, intrattenne stretti legami con comunitÓ sviz. Durante la Riforma ▄. rimase catt. e accolse il capitolo cattedrale di Costanza. Nel 1650 ▄. vendette a Einsiedeln il suo baliaggio di Ittendorf. Fino al XVIII sec., in occasione degli embarghi sul grano contro la Svizzera, la cittÓ fu un punto d'appoggio delle cittÓ imperiali sveve. Nel 1803 ▄. pass˛ al Baden. Situata lungo la cosiddetta riviera del lago di Costanza, dal XIX sec. la cittÓ si afferm˛ come meta turistica, che attrasse anche molti ospiti sviz. ▄. Ŕ un centro del carnevale alemanno (Fasnet) organizzato dalle comunitÓ del vicinato. Nel 1945 la Svizzera forný assistenza umanitaria a ▄. La Svizzera Ŕ rappresentata anche nella giuria del premio letterario del lago di Costanza, conferito da ▄. dal 1954.


Bibliografia
– E. Keyser (a cura di), Badisches Stńdtebuch, 1959, 392-398
– A. Schneider, J. Pfrommer, ▄berlingen, 2008

Autrice/Autore: Karl Heinz Burmeister / lta