28/08/2007 | segnalazione | PDF | stampare | 

Freienbach

Nell’edizione a stampa questo articolo è corredato da immagini. È possibile ordinare il DSS presso il nostro editore.

Com. SZ, distr. Höfe, composto dai cinque villaggi di F., Pfäffikon, Wilen, Bäch, Hurden e dalle due isole di Lützelau e Ufenau (Ufnau); (972: Friginbach). Il territorio com. si estende dal lago di Zurigo (406 m) fino all'Etzel (1098 m). Pop: 1198 ab. nel 1743, 2058 nel 1850, 2270 nel 1900, 3950 nel 1950, 8429 nel 1970, 13'055 nel 2000. Tracce di un insediamento lacustre (ca. 2750 a.C.) furono rinvenute nel 1935 presso F.; in seguito vennero alla luce numerosi reperti (asce di pietra, punte di freccia, frammenti di ceramica e di selce, ecc.). Nel 965 l'imperatore Ottone I conferì i diritti fondiari su F. all'abbazia di Einsiedeln, che nel 1250 fece costruire una torre a Pfäffikon. Sul piano religioso il villaggio fece parte in origine della parrocchia di Ufenau. Nel 1132 venne consacrata una cappella a Pfäffikon e nel 1150 un'altra a F., che dal 1308 costituì una parrocchia autonoma. Il villaggio fu incendiato nel 1433 durante la Vecchia guerra di Zurigo, quando in una battaglia i Conf. scacciarono gli Zurighesi e gli Austriaci. L'odierna chiesa parrocchiale di S. Aldarico risale al 1672-74. L'abbazia di Einsiedeln nel 1762 fece costruire su di un proprio vigneto la casa Leutschen, edificio sfarzoso con grandi cantine e un torchio. Sul piano politico F., Pfäffikon e Hurden appartennero al Vorderer Hof (Pfäffikon), mentre Bäch e Wilen all'Hinterer Hof (Wollerau). Gli ab. del villaggio di F. amministravano in una corporazione propria i beni comuni (pascoli, bosco, vigneti e cave di arenaria). La Costituzione cant. del 1848 riunì i due Höfe nel distr. degli Höfe e istituì il com. politico entro i confini del com. parrocchiale. L'amministrazione com. si trova a Pfäffikon.

Nel XVIII sec. solo il villaggio di Bäch, dove si trovavano una sosta, un deposito per il sale e una fabbrica di carta, non dipendeva unicamente dall'agricoltura. Negli anni 1820-30 l'industria tessile si diffuse a Bäch e a Pfäffikon. L'artigianato e la ristorazione beneficiarono dell'arrivo della ferrovia: nel 1875 fu inaugurata la linea ferroviaria a sinistra del lago, mentre il collegamento Pfäffikon-Rapperswil attraverso la nuova diga risale al 1878, e la linea verso Arth-Goldau fu costruita nel 1891. Il distr. degli Höfe creò nel 1923 un centro scolastico frequentato anche dagli allievi delle scuole secondarie superiori dei villaggi vicini. All'inizio degli anni 1970-80 il cant. avviò una scuola speciale per i distr. March, Einsiedeln e Höfe. Con l'apertura dell'autostrada A3 in direzione di Zurigo nel 1968, il territorio com. si sviluppò notevolmente, in particolare il villaggio di Pfäffikon. F. divenne un com. a carattere industriale e residenziale; grazie a una ridotta pressione fiscale è diventato attrattivo per molti cittadini facoltosi. Come punto nodale nell'agglomerazione di Zurigo F. deve sopportare un traffico intenso. Malgrado i vasti quartieri residenziali e industriali, il com. ha mantenuto un carattere rurale grazie a insediamenti sparsi con prati, campi, vigneti, boschi e una zona naturalistica protetta sulle rive del lago (Frauenwinkel).


Bibliografia
– R. Henggeler, Die Geschichte der Korporation Freienbach, 1959
– A. Suter, Freienbach-Bäch 972-1972, 1972
– U. Schelbert, Bevölkerungsgeschichte der Schwyzer Pfarreien Freienbach und Wollerau im 18. Jahrhundert, 1989

Autrice/Autore: Paul Wyrsch / npi