Lustenau

Com. austriaco nel distr. di Dornbirn nel Vorarlberg, situato sul Reno alpino al confine con la Svizzera; (887: Lustenouva). Pop: 1073 ab. nel 1754, 19'749 nel 2000, 21'081 nel 2006. La curtis regia di L., pegno dei conti von Werdenberg (1323), nel 1395 pass˛ ai cavalieri von Ems (conti dal 1560). Nel 1593 avvenne la separazione della curtis di Widnau-Haslach, sulla riva sinistra del Reno, che conserv˛ per˛ diritti di uso nella zona paludosa (Schweizerried) sulla sponda destra del fiume. Villaggio contadino molto modesto, dal 1868 L. prosper˛ grazie alla diffusione dell'industria del ricamo proveniente dalla Svizzera orientale, trasformandosi nel principale borgo in territorio austriaco. Fra il 1867 e il 1879 furono realizzati quattro ponti stradali sul Reno, nel 1872 il collegamento ferroviario con la Svizzera. Le prime due assemblee che chiesero l'annessione del Vorarlberg alla Svizzera ebbero luogo il 13 e il 22.11.1918 a L. Il pendolarismo verso la Svizzera Ŕ di notevole importanza.


Bibliografia
Lustenauer Heimatbuch, 2 voll., 1961-1965
– W. Scheffknecht, 100 Jahre Marktgemeinde Lustenau 1902 bis 2002, 2003

Autrice/Autore: Karl Heinz Burmeister / vfe