Seedorf (UR, comune)

Com. UR, situato sulla sponda sinistra della Reuss sul lago di Uri; (1254: Sedorf). Villaggio suddiviso in due nuclei (Oberdorf e Unterdorf) già nel XIII sec., il suo aspetto è caratterizzato dall'edificio conventuale e dal piccolo castello della fam. a Pro. Pop: 271 ab. nel 1743 (con Bauen), 202 nel 1799 (senza Bauen), 420 nel 1850, 596 nel 1900, 642 nel 1950, 1049 nel 1970, 1509 nel 2000. Alemanni vi si insediarono nell'alto ME, ma il villaggio si formò verosimilmente sotto l'influsso dei Franchi. In seguito all'avvio dei traffici attraverso il San Gottardo, nel XIII sec. S. conobbe un periodo di sviluppo. La località era proprietà fondiaria del Fraumünster di Zurigo e di nobili del langraviato di Borgogna. Nel XIII sec. la maggior parte dei possedimenti nobiliari passò probabilmente al convento dell'ordine di S. Lazzaro, benedettino dal 1559. Nel 1556-58 la fam. a Pro fece costruire il piccolo castello e nel 1578 istituì un fedecommesso. Il com. iniziò a formarsi attorno al 1400, quando alcuni parrocchiani acquistarono il terreno dalla Chiesa. Nel 1517 è menz. una comunità di villaggio. S. costituiva con Attinghausen una circoscrizione elettorale e militare (Genosssame) e nominava due membri del Consiglio dei Sessanta di Uri. Opere di arginatura della Reuss (dal 1850) e del Palanggen (dal 1888) ed estese migliorie fondiarie durante la seconda guerra mondiale ampliarono la superficie coltivabile. Una prima chiesa, dedicata ai SS. Ulrico e Verena, fu eretta nel XII o XIII sec. Sul piano ecclesiastico fino al 1591 S. fece capo ad Altdorf; dopo la separazione, la parrocchia di S. comprendeva anche Isenthal (fino al 1621) e Bauen (fino al 1801). Nel 2010 S., Bauen e Isenthal si unirono in una comunità pastorale. La Costituzione cant. del 1850 confermò S. quale com. politico; la separazione dei com. patriziale e parrocchiale risale risp. al 1944 e al 1994. Fino all'epoca moderna l'agricoltura era integrata da guadagni derivanti dal transito attraverso il San Gottardo; in seguito si sviluppò la falegnameria. Dal 1900 nel com. si stabilirono altre attività artigianali e nel 1981 un'industria meccanica. Nel 2005 il settore secondario offriva il 44% dei posti di lavoro nel com. Dopo la costruzione dell'autostrada A2 lungo la Reuss e la riva del lago, alla fine degli anni 1960-70 sorsero diversi nuovi quartieri residenziali. Dal 1972 S. è sede della scuola circondariale con scuola reale e secondaria.


Bibliografia
– AA. VV., Seedorf, 1991

Autrice/Autore: Hans Stadler / ggm