No 13

Rossi, Luigi

nascita 21.6.1864 Castelrotto (com. Croglio), morte 11.9.1890 Bellinzona, catt., di Castelrotto. Figlio di Fortunato e di Franceschina Maderna. Celibe. Dopo il collegio Rosmini a Domodossola e il collegio della Visitazione di Ges¨ nel principato di Monaco, studi˛ diritto all'Univ. di Lovanio, conseguendo il dottorato (1883-87). Tornato nel Ticino, fece pratica di avvocato tra l'altro presso lo studio di Gioachimo Respini. Cofondatore di Lepontia (1885, pres. nel 1886), partecip˛ attivamente alla Soc. Piana. Deputato al Gran Consiglio ticinese (1889-90) per il partito conservatore, divenne Consigliere di Stato a soli 26 anni (1890, Dip. di giustizia e polizia). Fu assassinato all'interno del palazzo governativo a Bellinzona in occasione dell'insurrezione radicale dell'11.9.1890. L'episodio, che suscit˛ emozione anche al di fuori dei confini cant., fece di R. un "martire conservatore".


Bibliografia
Gli avvenimenti dell'11 settembre 1890: con la biografia del consigliere di Stato L. Rossi (1864-1890), 1990

Autrice/Autore: Christian Luchessa