Roggliswil

Com. LU, distr. Willisau. Villaggio esteso lungo la strada, nella zona collinare a est della valle della Rot; (1246: Rocliswile). Pop: ca. 426 ab. verso il 1695, 620 nel 1798, 879 nel 1850, 592 nel 1900, 609 nel 1950, 648 nel 2000. La fortezza dei signori von R., ministeriali dei von Frohburg, è ubicata sulla Burghalde. R. fu probabilmente separato dalla signoria di Pfaffnau. Fino al 1303 ca. i signori von Büttikon acquisirono l'intera bassa giustizia (Twing) e la integrarono nella loro signoria di Wikon. Il convento di Sankt Urban era proprietario della maggior parte dei fondi e delle entrate e detentore dei diritti di patronato a R., che in ambito ecclesiastico faceva capo a Pfaffnau. Una cappella del 1555 dedicata a S. Wendelino fu sostituita da un nuovo edificio nel 1908. Nel 1407 e 1415 R. divenne parte del baliaggio di Willisau. Nel 1476 Lucerna acquistò Wikon e la bassa giustizia (Twing) di R. da Hans Thüring von Büttikon. Il villaggio, dedito all'avvicendamento delle colture e comprendente anche fattorie isolate, suddivise i suoi beni comuni nel XVIII sec. e nel 1809-10. I prati lungo la Pfaffneren furono coltivati a marcite. Dalla metà del XX sec. l'allevamento, l'economia lattiera e la frutticoltura furono progressivamente soppiantati dall'allevamento di suini. Verso il 1783 Sankt Urban fece costruire una piccola scuola. Nel 1873 il circondario scolastico di Grossdietwil assegnò R. alla nuova scuola distr. di Pfaffnau. Com. patriziale e com. politico si unirono nel 1994. Nel 2005 il settore primario offriva i due quinti dei posti di lavoro nel com.


Bibliografia
MAS LU, 5, 1959, 203
– A. Ineichen, Innovative Bauern, 1996

Autrice/Autore: Waltraud Hörsch / sma