18/09/2006 | segnalazione | PDF | stampare

Hergiswil bei Willisau

Com. LU, distr. Willisau; (1246: de Hergosswile). H. comprende l'alta valle dell'Enziwigger nella regione settentrionale del Napf ed Ŕ situato in una tipica regione rurale con fattorie isolate, agricoltura convertibile, alpeggi e boschi. Pop: ca. 650 ab. attorno al 1695, 223 nel 1798 (nella vecchia giurisdizione), 2021 nel 1816 (villaggio della dimensione della parrocchia), 2487 nel 1850, 1940 nel 1900, 2130 nel 1950, 1780 nel 1980, 1809 nel 2000.

Sul SalbŘel esistette dalla fine del X alla metÓ del XIII sec. una fortezza costruita in terra e legno. Verso il 1300 gli Asburgo rivendicarono l'amministrazione della giustizia a H. e a Wiggen. Gli uomini liberi di alcuni insediamenti, come Opfersei e WissbŘhl, facevano capo alla fortezza superiore di Willisau. Dal 1407 H. dipese dalla signoria di Lucerna, risp. dal tribunale cittadino di Willisau. Integrato dapprima nella parrocchia di Willisau, nel 1605 H. riuscý a formare una parrocchia autonoma, la cui estensione super˛ di molto il perimetro della giurisdizione e che pi¨ tardi servý da riferimento per la definizione della circoscrizione fiscale e del territorio com. La cappella esiste probabilmente dal XVI sec. La prima chiesa fu consacrata nel 1603 (cappellania dal 1602), la seconda sorse negli anni 1840-42. Nel XIV sec. Ŕ menz. un mulino e ancora in epoca moderna dominava la cerealicoltura. Nell'antica giurisdizione di H. fu praticato, fino al 1598, l'avvicendamento triennale delle colture; i boschi furono divisi per la prima volta nel XVI sec. Fino al XIX sec. si estrasse anche l'oro dal fiume. Nessuna attivitÓ industriale si insedi˛ nel villaggio, ma nel XX sec. guadagnarono importanza la produzione di carne, l'ingrasso dei suini e l'allevamento di pollame. Nel 2000 quasi la metÓ della pop. attiva lavorava ancora nel settore primario. Un incendio colpý H. all'inizio del XIX sec. Presso la cappella montana di S. Joder si trovava nel XIX sec. un eremo, abitato dal frate eremita Michael Achermann, scultore, di Malters. Il nucleo del villaggio fu sistemato in stile Biedermeier con influenze it. (fino al 1920). Dei tre edifici scolastici costruiti nel 1956, quello di S. Joder Ŕ stato chiuso nel 1971.


Bibliografia
MAS LU, 5, 1959, 115-122
– A. Bickel, Willisau, 1982
– J. Zihlmann, Namenlandschaft im Quellgebiet der Wigger, 1984
– W. Meyer, Pfostenbau und Grubenhaus, 1991
– A. Ineichen, Innovative Bauern, 1996

Autrice/Autore: Waltraud H÷rsch / ato