Schenkon

Com. LU, distr. Sursee, situato sulla sponda nordoccidentale del lago di Sempach; (1173: Scenchofen curtis; 1184-90: Scainchon). Il com. comprende il villaggio di S. e le frazioni di Hofstetten, Tann e Zopfenberg. Pop: ca. 290 ab. attorno al 1695, 671 nel 1850, 572 nel 1900, 686 nel 1950, 701 nel 1970, 1154 nel 1980, 2104 nel 2000. Sono stati rinvenuti insediamenti neolitici e dell'età del Bronzo sulla riva del lago, una necropoli dell'età del Ferro e resti di una villa romana. Probabilmente attorno al 1035 la curtis di S. fu ceduta dai conti von Lenzburg al capitolo di Beromünster. Fino alla fine dell'ancien régime l'alta giustizia fu amministrata dal Michelsamt. Nel XIII sec. la bassa giustizia (Twing) apparteneva ai signori von S. e dopo diversi cambi di proprietà passò alla città di Sursee, che nel 1480 acquisì con la bassa giustizia anche il Rormoos e importanti diritti d'acqua e d'uso dei boschi. Dal 1556 il balivo del Michelsamt risp. dell'Eiamt è attestato quale signore giustiziere (Twingherr). La fortezza di S., menz. la prima volta nel 1302, fu distrutta nella guerra di Sempach (1386). Sul piano ecclesiastico la parte nordoccidentale di S. fa da sempre capo alla parrocchia di Sursee, quella sudorientale a Oberkirch e solo dal 1809 a Sursee. Con la divisione della circoscrizione fiscale (Steuerbrief) di Oberkirch, nel 1819 S. divenne una circoscrizione fiscale autonoma; nel 1819-21 vennero fissati i confini com. La cappella, dedicata dapprima a S. Teobaldo (o S. Diepold, 1443) e poi a S. Antonio da Padova (1693), faceva parte della prebenda di S. Giovanni a Sursee. Nel 1987 una cappella consacrata al Nome di Gesù fu integrata nel nuovo centro com. Nel 1562 il Consiglio di Lucerna autorizzò una spartizione dei boschi e la recinzione dei beni comuni a S. Attorno al 1730 un mercante imprenditore del ramo cotoniero risiedeva a S. Fino agli anni 1960-70 il com. mantenne un carattere fortemente agricolo (in particolare coltivazione del tabacco e degli asparagi). Nel 1807 furono istituiti i circondari scolastici di S. e Tann; quest'ultimo comprendeva anche le fattorie di montagna di Gunzwil. In seguito all'inaugurazione dell'autostrada A2 (1981), S. si trasformò molto rapidamente in un com. residenziale. Nel 2000 oltre i tre quarti della pop. attiva erano pendolari in uscita.


Bibliografia
MAS LU, 4, 1956, 359-362
– A. Ineichen, Innovative Bauern, 1996

Autrice/Autore: Waltraud Hörsch / sat