Udligenswil

Com. LU, distr. e circoscrizione elettorale Luzern-Land, situato su un terrazzo collinare alle pendici del Rooterberg; (1036: Uodelgoswilare). Pop: ca. 70 ab. attorno al 1456, ca. 360 attorno al 1695, 400 nel 1798, 522 nel 1850, 561 nel 1900, 601 nel 1950, 1226 nel 1980, 1851 nel 2000. Parte della corte (Meierhof) di Lippertswil (Küssnacht, SZ) dipendente dal convento di Murbach-Lucerna, probabilmente già prima del 1291 U. passò agli Asburgo-Austria. Nel 1381 gli ab. ottennero la cittadinanza di Lucerna, che nel 1406 acquistò U. con il baliaggio di Habsburg. Nel 1408 U. fu esentato dal pagamento dei tributi signorili per l'aiuto prestato nella costruzione delle mura della Musegg. Si sono conservati statuti com. del 1586, 1665, 1727 e 1746. Comunità rurale dalla forte identità, annoverò comandanti durante la guerra dei contadini del 1653 e la seconda guerra di Villmergen (1712); dal XIX sec. fu di orientamento liberale. Nel 1725 la citazione del parroco Christian Leonz Andermatt davanti al Consiglio di Lucerna fu all'origine dell'affare di Udligenswil. La chiesa di S. Martino, menz. nel 1036, era filiale della parrocchiale di Küssnacht, benché attestata come ecclesia. Nel 1361 i diritti di patronato, in precedenza appartenuti al capitolo di Beromünster, al convento di Muri, alla corte (Meierhof) del convento di Murbach-Lucerna e agli Asburgo, furono donati all'abbazia di benedettine di Engelberg; nel 1550 passarono al convento maschile. Nel 1551 U. si divise da Engelberg e, dopo la separazione da Küssnacht, divenne parrocchia autonoma. A seguito della costruzione della nuova chiesa (1578-80), cambiò il patrocinio (S. Osvaldo). L'edificio fu ricostruito in stile neogotico (1874-77) e poi con una pianta centrale poligonale (1964-66). Dal tardo ME l'allevamento fu l'attività economica dominante. Poiché lo sfruttamento dei beni comuni fu limitato a cinque fam., sorsero forti contrasti tra membri della comunità e dimoranti. Nel 1765 Lucerna aprì un piccolo posto di dogana a U. Il villaggio fu sede del tribunale distr. (1803-1913) ed ebbe una propria scuola secondaria dal 1855 all'apertura del centro scolastico secondario di Adligenswil-U. (1980). Nella seconda metà del XX sec. U. si trasformò da insediamento sparso ad agglomerato. Nel 2000 tre quarti della pop. attiva erano pendolari in uscita; nel 2005 il primario forniva il 33% dei posti di lavoro nel com., il terziario il 44%.


Bibliografia
– F. Glauser, J. J. Siegrist, Die Luzerner Pfarreien und Landvogteien, 1977, 177 sg., 202 sg.
950 Jahre Udligenswil, 1986
– H. Wicki, Staat, Kirche, Religiosität, 1990
– R. Knüsel, Die politische Entwicklungsgeschichte der Luzerner Gemeinde Udligenswil von 1848 bis 1997, 1997
MAS LU, 2, 2009, 429-479
Udligenswil auf der Sonnenseite, 2010

Autrice/Autore: Waltraud Hörsch / lta