22/04/2005 | segnalazione | PDF | stampare

Greppen

Com. LU, distr. Lucerna; (1259: Crepon). Villaggio situato ai piedi del Rigi, sulla riva orientale del lago dei Quattro cant. rivolta verso Küssnacht. Pop: ca. 70 ab. nel 1456, ca. 200 verso il 1695, 240 nel 1798, 287 nel 1850, 228 nel 1900, 349 nel 1950, 349 nel 1980, 770 nel 2000. Nell'alto ME fece parte probabilmente della corte (Kelnhof) di Weggis, proprietà dell'abbazia di Pfäfers. Verso il 1306 gli Asburgo detenevano l'alta e la bassa giustizia. Passato nel 1406 a Lucerna, insieme al baliaggio di Habsburg, fece parte del distr. di Lucerna dal 1798. Fra il 1765 e il 1848 vi fu un posto di dogana. G. dipese da Weggis prima di essere eretto nel 1799 parrocchia autonoma. Nel 1634, una prebenda, i cui diritti di collazione furono detenuti dalla città di Lucerna, fu istituita per la cappella (ricostruita negli anni 1480-90 e di nuovo nel 1645-47). Nel XVII sec., il culto di S. Wendelino fu reso particolarmente vivo dal pellegrinaggio. Negli statuti com., risalenti probabilmente alla fine del XIV sec. e completati nel 1544, G. è designato come una curtis di liberi servi ecclesiastici posti sotto l'autorità di un Ammann. L'allevamento, l'alpicoltura, la pesca (G. deteneva i diritti di pesca), l'edilizia e l'industria del legno rappresentarono fino al XIX sec. le principali fonti di reddito. Si estraeva inoltre il tufo. Nel 1659 fu accordato il diritto di taverna. Nel XIX sec. buona parte dei castagneti fu sacrificata per l'allevamento. L'industrializzazione favorì la diffusione della tessitura di seta e lino. Nel 1985 si insediò a G. l'industria farmaceutica. Il turismo ha conosciuto uno sviluppo moderato. Dal 1980 ca. il com. cerca di attrarre nuovi ab. Il nucleo del paese è meritevole di protezione.


Bibliografia
MAS LU, 1, 1946, 299-309
– J. Muheim-Büeler, Wendelsglocken, 1974
– J. Muheim-Büeler, J. Studhalter, Greppen, 1997

Autrice/Autore: Waltraud Hörsch / mdi