Römerswil

Comune LU, distretto e circoscrizione elettorale Hochdorf; (1064: Regenfridswile; 1270: Remerswil). Costituito da numerose fattorie isolate e dalle frazioni di Nunwil, Ludige, Huwil, Niffel, Tempikon e Williswil, confina con il Seetal e l'altura dell'Erlosen e dal 2005 comprende anche Herlisberg. Pop: 1185 ab. nel 1798, 1189 nel 1850, 851 nel 1900, 1153 nel 1950, 1229 nel 2000. Sono stati rinvenuti resti di un insediamento romano. Situato nel territorio dell'antica comunità di Berghof, R. dipese dalla giurisdizione della corte (Dinggericht) di Ludiswil. Dal XII sec. al 1423 il convento sciaffusano di Allerheiligen detenne la corte (Dinghof) di Nunwil; il baliaggio e la giustizia erano amministrati dai signori von Baldegg. La curtis di Ludigen era una signoria giurisdizionale (Twingherrschaft) della prepositura di Beromünster e una delle poche basse giurisdizioni (Twing) del Berghof. Rothenburg deteneva l'alta giustizia a Ludigen, che dal 1805 al 1819 fu un'exclave del com. di Beromünster. Dopo il frazionamento del Berghof (1799), R. fu attribuito al distr. di Sempach e poi a quello di Hochdorf (1803). Il com. di R. venne istituito nel 1838. Più estesa del com., la parrocchia modificò i suoi confini dopo le cessioni a Rain e Hildisrieden e l'aggregazione di Hochdorf (1807); dal 1946-47 comprende anche il villaggio di Herlisberg. I diritti di patronato furono detenuti dai gerosolimitani di Hohenrain (dal XIV sec.), poi dal cant. (1807), che li cedette al com. (1918). La cappellania fu fondata nel 1462 e rinnovata nel 1643. La costruzione di edifici religiosi è attestata nel 1508-09 e nel 1880-82 (chiesa di S. Bartolomeo) e nel 1565-66 (cappella di S. Rocco). Posto nel bacino d'utenza della scuola del convento di Beromünster, R. ebbe una scuola propria dal XVII sec. A Nunwil è menz. un mulino (1300, 1331, XVI-XVII sec.). Come nel resto del Berghof, le altre attività artigianali si svilupparono tardi, a causa del monopolio cittadino. Nel XVIII e XIX sec. si affermarono la filatura del cotone e l'industria della paglia. All'inizio del XXI sec. l'economia del com. era caratterizzata soprattutto dall'industria casearia e dall'allevamento suino. Nel 2005 il settore primario offriva il 51% dei posti di lavoro a R. Nel 2000 il 68% della pop. attiva lavorava fuori dal com., soprattutto a Hochdorf; la quota dei pendolari in entrata ammontava al 13%.


Bibliografia
MAS LU, 6, 1963, 237-240
– F. Glauser, J. J. Siegrist, Die Luzerner Pfarreien und Landvogteien, 1977, spec. 164-166

Autrice/Autore: Waltraud Hörsch / cne