13/10/2009 | segnalazione | PDF | stampare

Mosen

Ex com. LU, distr. Hochdorf, situato nel Seetal all'estremità meridionale del lago di Hallwil, dal 2009 parte del com. di Hitzkirch con Gelfingen, Hämikon, Müswangen, Retschwil e Sulz (LU). (1045: Moseheim, secondo una copia del XIV sec.; 1264: Mosheim). Pop: 165 ab. nel 1798, 217 nel 1850, 166 nel 1900, 177 nel 1950, 254 nel 2000. M. era una delle quattro giurisdizioni della signoria di Hallwil. Il banno e la giurisdizione appartenevano in un primo tempo ai signori von Lieli, poi passarono agli Hürus von Schönau e infine ai baroni von Grünenberg, che nel 1431 li cedettero alla signoria di Heidegg. Nel 1470 quest'ultima riunì le basse giurisdizioni a Gelfingen. M. fece parte del baliaggio di Richensee risp. Hitzkirch, austriaco fino al 1415, lucernese dal 1415 al 1425, e poi baliaggio comune dei Freie Ämter; nel 1803 fu infine assegnato al cant. Lucerna (distr. di Hochdorf). A metà del XVIII sec. e dal 1803 al 1848 fu sede doganale. Sul piano ecclesiastico fece capo fino al 1806 alla parrocchia di Hitzkirch, poi a quella di Aesch. Nel 1484 è menz. la taverna Heidegger. Nel XIX sec. si diffuse a M. la lavorazione della paglia. Per difficoltà finanziarie, tra il 1887 e il 1896 il piccolo com. fu posto sotto la tutela di Lucerna e la scuola fu temporaneamente chiusa (edificio del 1898); vi furono inoltre tentativi di aggregazione con i com. vicini. Gran parte dei boschi com. dal 1822 si trovano sul territorio del com. di Schwarzenbach. Nel 1883 venne realizzato l'allacciamento alla ferrovia del Seetal, nel 1888 l'imbarcadero. Attorno al 1890 la ferrovia favorì l'insediamento di industrie (tessitura della seta, fabbricazione di prodotti in cemento e di sigari).


Bibliografia
MAS LU, 6, 1963, 225

Autrice/Autore: Waltraud Hörsch / ato