• <b>Hochdorf (comune)</b><br>Manifesto per lo spettacolo inaugurale del nuovo teatro (1893). Composizione grafica firmata  N. Bucher;  litografia di A. Eglin, Lucerna (Biblioteca nazionale svizzera). Questo primo teatro ebbe origine dalla ristrutturazione della sala per le feste dell'H˘tel Hirschen. La vita teatrale locale conobbe un tale successo, che nel 1899 fu realizzato un ampio edificio indipendente, parzialmente distrutto da un incendio negli anni 1930-40.

Hochdorf (comune)

Com. LU, dal 1803 capoluogo del distr. di H.; (924: Hodorf). Situato nel Seetal superiore, il com. comprende anche gli insediamenti di Baldegg, Urswil e una parte di Ligschwil. Pop: ca. 300 ab. nel 1456, ca. 1970 intorno al 1695, 1077 nel 1798, 1370 nel 1850, 1645 nel 1900, 3013 nel 1910, 3768 nel 1950, 7761 nel 2000.

1 - Preistoria e Protostoria

Nel 1867 in una cava di ghiaia presso H. furono recuperati pochi resti di un mammut. Siti a cielo aperto del Mesolitico (ca. 8000-5000 a. C.) attestano una colonizzazione precoce del territorio all'estremitÓ meridionale del lago di Baldegg. Sulla riva del lago, davanti all'antica fortezza di Baldegg, sorgevano in epoca preistorica due villaggi con recinzione, portati quasi completamente alla luce nel 1939. Il villaggio pi¨ antico risale alla metÓ del III millennio a. C. e va attribuito alla cultura della ceramica a cordicella. Alla fine del Bronzo antico (ca. XVII sec. a. C.) nello stesso luogo fu fondato un nuovo insediamento, documentato da abbondanti reperti in bronzo. Quello pi¨ noto, un cosiddetto bicchiere campaniforme di ceramica, indica la colonizzazione dell'area compresa fra i due villaggi. Nel 1887 a H. (il luogo esatto non Ŕ individuato) fu scoperta una tomba del primo periodo di La TŔne (intorno al 400 a. C.), che conteneva fra l'altro sei fibule e tre bracciali. Sono stati rinvenuti anche reperti di insediamenti di epoca romana.

Autrice/Autore: Othmar Wey / did

2 - Dal Medioevo a oggi

Nel IX sec. il FraumŘnster di Zurigo deteneva diritti di proprietÓ a H. Prima del 1036 il patronato pass˛ al capitolo di BeromŘnster. Le alte e, in parte, le basse giurisdizioni dipendevano dal signore territoriale e dall'avogadro di BeromŘnster. Parte di possedimenti austriaci nel XIV sec., H. fu conquistato durante la guerra di Sempach (1386) dalla cittÓ di Lucerna, che nel 1395 rilev˛ pure i diritti in precedenza detenuti in feudo dai Gessler sulla parte meridionale del baliaggio (H., Urswil). Lucerna ne dedusse il diritto alla sovranitÓ giurisdizionale su tutta la parrocchia e H. divenne capoluogo del baliaggio esterno di Rothenburg. La frazione di Urswil Ŕ menz. per la prima volta alla fine del IX sec. Nel tardo ME era sede del tribunale della giurisdizione (Twing) di Hohenrain. Fino al 1803 Urswil e Baldegg costituirono com. indipendenti; all'interno della circoscrizione fiscale di H. godettero di autonomia nelle questioni della pubblica sicurezza e forse anche in quelle scolastiche fino al 1831. Ligschwil apparteneva come corte (Dinghof, ordinamento curtense del 1299) al convento di Beinwil, poi a quello di Einsiedeln (1299-1678).

H. ebbe molto presto il rango di pieve, di cui facevano parte anche Hohenrain, Ballwil e alcuni territori del Berghof (oggi com. R÷merswil). La prima chiesa parrocchiale altomedievale sorse sui resti di un edificio pi¨ antico. Menz. nel 1036 come proprietÓ del capitolo di BeromŘnster, fu incorporata nel 1302. Secondo l'ordinamento curtense e lo statuto com., vi risiedettero un Ammann (1455) e un amministratore del capitolo (1481). Dal basso ME H. Ŕ centro di un decanato. Due cappellanie furono fondate risp. nel 1454 e 1469. La parrocchia di Ballwil rimase autonoma fino al 1454, prima di essere inglobata nella cappellania della S. Croce di H. fino al 1678. Nel 1804 la parrocchia fu notevolmente ridimensionata; la separazione della parrocchia di Rain ebbe luogo nel 1807-09. La chiesa di S. Martino fu sottoposta a continui rinnovamenti e ricostruzioni fino alla realizzazione della nuova chiesa barocca (1757-58). La casa parrocchiale risale al 1534, l'ossario al 1576. Prima del 1452 H. possedeva un cronicario. La comunitÓ rif. del distr. fu fondata nel 1901, la parrocchia rif. nel 1926 (costruzione della chiesa 1928-29).

Dal ME nel com. si praticava soprattutto la campicoltura, mentre dall'inizio del XX sec. i settori dominanti furono l'economia lattiera e l'allevamento suino. Dal tardo ME H. si distinse come borgo commerciale e sede di attivitÓ artigiane con macelleria, panetteria, confraternite artigianali e una tintoria; dopo il XVII sec. divenne il centro commerciale del baliaggio di Rothenburg. Dal 1677 al 1803 il villaggio ospit˛ anche un posto di dogana. I bagni del Guggibad e dello Schongerbad divennero dal 1781 apprezzati luoghi di cura. Dopo l'apertura della ferrovia del Seetal (1883), si affermarono l'industria e il commercio. Dalla fusione di due banche di Hohenrain a H. nacque nel 1893 la cosiddetta Banca popolare (prima filiale a Lucerna nel 1907, dal 1955 Banca popolare di H., ripresa dalla Banca cant. di Lucerna nel 1993) e da un piccolo birrificio fondato nel 1862 si svilupp˛ la Brauerei Hochdorf (1879), dal 1914 unico birrificio della campagna lucernese, venduta alla Feldschl÷sschen nel 1988 e chiusa nel 1992. Per la produzione di prodotti lattieri a lunga conservazione destinati all'esportazione, nel 1895 fu creata la Schweizerische Milch-Gesellschaft AG (dal 2000 Nutritec AG), che dal 1930 produsse l'Heliomalt. La Ziegelei Hochdorf esiste dal 1898. Nel 1903 risp. nel 1904 nel com. si insediarono manifatture del legno e mobilifici (falliti nel 1910 risp. nel 1914), un ricamificio, la fabbrica di sapone H. (1904-91), la fabbrica di cioccolato Lucerna (fallita nel 1911, Cailler fino al 1921) e la Maschinenfabrik Hochdorf AG (1905 risp. 1943, dal 1998 filiale della Aebi Holding AG, Burgdorf). Nel 1907 vi fu uno sciopero generale. Nuove aziende sono attive nel settore degli elementi per l'edilizia e per rifiniture interne e nella lavorazione di materie plastiche. La fabbrica di candele di H., che estese le sue attivitÓ anche ad articoli di profumeria e al commercio all'ingrosso di prodotti di drogheria, esiste dal 1930 risp. 1939. Dal 1923 la sede della centrale di distribuzione della Manor AG si trova a H. La tipografia Buchdruckerei Hochdorf AG, fondata nel 1929, pubblica il Seetaler Bote. Fra il 1899 e il 1911 H. dispose di un teatro, un casin˛ e un grande magazzino, dal 1947 al 1977 ca. di un cinema. Maestri di scuola furono retribuiti giÓ nel XV sec. e dal XVII sec. l'insegnamento fu affidato a insegnanti laici. Dagli anni dell'Elvetica anche Baldegg e Urswil furono dotati di scuole locali. Oggi H. Ŕ sede di un centro scolastico superiore e dal 1970 di una scuola cant. (oggi scuola secondaria Seetal, dal 2005 a Baldegg).

<b>Hochdorf (comune)</b><br>Manifesto per lo spettacolo inaugurale del nuovo teatro (1893). Composizione grafica firmata  N. Bucher;  litografia di A. Eglin, Lucerna (Biblioteca nazionale svizzera).<BR/>Questo primo teatro ebbe origine dalla ristrutturazione della sala per le feste dell'H˘tel Hirschen. La vita teatrale locale conobbe un tale successo, che nel 1899 fu realizzato un ampio edificio indipendente, parzialmente distrutto da un incendio negli anni 1930-40.<BR/>
Manifesto per lo spettacolo inaugurale del nuovo teatro (1893). Composizione grafica firmata N. Bucher; litografia di A. Eglin, Lucerna (Biblioteca nazionale svizzera).
(...)

Autrice/Autore: Waltraud H÷rsch / did

Riferimenti bibliografici

Bibliografia
– G. Boesch, Zur Geschichte der Pfarrei St. Martin in Hochdorf, 962-1962, 1962
MAS LU, 6, 1963, 135-157
– F. Glauser, J. J. Siegrist, Die Luzerner Pfarreien und Landvogteien, 1977
– J. Sidler, 100 Jahre Seetal-Bahn, 1883-1983, 1983
Kirche St. Martin, Hochdorf, 1986
– O. Wey, źSeeufersiedlungen am Hallwiler- und Baldeggersee╗, in Die ersten Bauern, 1, cat. mostra Zurigo 1990, 285-292
– W. H÷rsch, D. Ruckstuhl (a cura di), Wirtschaftswunder Hochdorf, 1880-1914, 1999