Winkel (ZH)

Com. ZH, distr. Bülach; (1044: Winkele). Comprende il villaggio omonimo, a est della strada Kloten-Bülach, le località di Seeb e Rüti e, fino al 1919, anche Eschenmosen. Pop: ca. 65 ab. nel 1467, 231 nel 1634, 517 nel 1710, 751 nel 1850, 621 nel 1900, 520 nel 1950, 1089 nel 1970, 3317 nel 2000. L'imponente villa romana di Seeb (oggi museo all'aperto) fu abitata dal I al IV sec. d.C. I signori von W. sono attestati nel 1284 e nel XIV sec. Nel pieno e tardo ME i conventi di S. Martino sullo Zürichberg, Sankt Blasien, Engelberg, Einsiedeln ed il capitolo del Grossmünster possedevano beni a W. Nel XV sec. tutti i servi ecclesiastici delle abbazie di San Gallo, Einsiedeln, Reichenau, Säckingen e del Fraumünster a W., Niederglatt, Nöschikon, Höri, Hochfelden, Bachenbülach ed Eschenmosen dipendevano dalla corte (Dinghof) di W. Gli Asburgo rilevarono il baliaggio dai baroni von Regensberg. Per l'alta giustizia W., Seeb, Rüti ed Eschenmosen erano soggetti alla contea di Kyburg. Dal 1264 gli Asburgo detennero anche l'alta e la bassa giustizia, passate poi a Zurigo (1424 risp. 1452), che integrò W. nel baliaggio inferiore (Unteramt) della contea di Kyburg (fino al 1798). Sul piano ecclesiastico W., Seeb ed Eschenmosen hanno sempre fatto capo a Bülach; la cappella di Oberrüti, menz. dal 1275 al 1585, era una filiale di Kloten. Nel 1693 i beni comuni della zona paludosa a est della Glatt furono spartiti tra le comunità di villaggio di W., Rüti, Bachenbülach e Oberglatt. Nel 1798 W.-Seeb, Rüti ed Eschenmosen costituirono tre municipalità; riunite nel com. di W. nel 1811, conservarono però una certa autonomia con lo statuto di Zivilgemeinden. Fecero parte del distr. di Bülach (1798-1814), del baliaggio (Oberamt) di Embrach (1814-31) e nuovamente del distr. di Bülach. Malgrado la posizione lungo la strada principale Zurigo-Eglisau, W. rimase un com. rurale fino a XX sec. inoltrato; nel 2005 il settore primario offriva ancora il 22% dei posti di lavoro. Dopo la seconda guerra mondiale lo sviluppo dell'aeroporto di Kloten comportò una forte pressione insediativa, che si tradusse negli anni 1970-80 nella costruzione di case unifam. sui versanti meridionali di W. e Oberrüti. La strada cant. a grande capacità Kloten-Bülach (1968-69) fu in seguito allacciata alla cosiddetta autostrada dell'aeroporto (A51).


Bibliografia
MAS ZH, 2, 1943, 79 sg.
– P. Nussberger, E. Schneiter, Bezirkschroniken des Kantons Zürich, 5, 1962, 121 sg.

Autrice/Autore: Ueli Müller / ato