Rumisberg

Com. BE, distr. Wangen, circoscrizione amministrativa Alta Argovia; (1364: Rumolsberg). Il com. è formato dal villaggio omonimo, dalle frazioni di Schoren e Weissacker-Falken nonché da fattorie isolate situate su diversi terrazzi del versante meridionale del Giura (a un'altitudine compresa tra 550 e 1232 m). Pop: 301 ab. nel 1764, 471 nel 1850, 353 nel 1900, 323 nel 1910, 391 nel 1950, 455 nel 2000. Appartenente alla bassa giurisdizione di Oberbipp, R. condivise il destino della signoria e poi, dal 1463, del baliaggio bernese di Bipp. Nel 1382 Hans Roth di R. mise in guardia la città di Soletta da un attacco del conte Rudolf von Kyburg. Fondata all'inizio del XIII sec., la cappella di S. Pietro fu abbandonata dopo il 1528. Sul piano ecclesiastico R. ha sempre fatto capo a Oberbipp. Con l'avvento della meccanizzazione l'agricoltura, fino ad allora dominante, e il lavoro a domicilio (filatura e lavorazione a maglia nel XVIII sec.) offrirono sempre meno posti di lavoro. Nel XX sec. a R. si insediarono poche aziende artigianali, tra cui una fabbrica di gesso (attiva fino a dopo il 1950), un'impresa edile e una ditta di trasporti. Nel 2000 i tre quarti della pop. attiva erano pendolari in uscita (collegamento autopostale con Wiedlisbach e Wangen). La ricomposizione parcellare, realizzata tra il 1978 e il 1997, favorì la costruzione di case d'abitazione nelle frazioni e nel villaggio. Dal 1975 R. forma un consorzio scolastico con Farnern e Wolfisberg. Nel 2005 il settore primario offriva il 42% dei 55 posti di lavoro nel com.


Bibliografia
– H. Freudiger, Die politisch wirtschaftliche Entwicklung des Amtes Bipp, 1912
Gesamtmelioration Rumisberg-Wolfisberg, 1978-1997, 1997
– S. Steger, Bauinventar der Gemeinde Rumisberg, 2008

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / cne