11/05/2004 | segnalazione | PDF | stampare | 

Bollodingen

Com. BE, distr. Wangen, situato nella valle della Önz, in una zona di transizione fra Altopiano inferiore e superiore; (1266: Bolathingen). Pop: 172 ab. nel 1764, 274 nel 1850, 239 nel 1900, 236 nel 1950, 212 nel 2000. Tracce forse di una villa romana in località Muri; la rete medievale di sentieri incassati a Friedau-Homberg riveste importanza sul piano nazionale. A partire dal 1266 sono attestati come proprietari fondiari, fra l'altro, l'abbazia di Sankt Urban e fam. cittadine quali i vom Stein di Soletta. Dapprima appartenente al langraviato della Piccola Borgogna, di proprietà dei von Kyburg, nel 1406 il villaggio passò a Berna e venne integrato nel baliaggio di Wangen. La bassa giurisdizione di B. comprendeva B., gli odierni com. di Ochlenberg ed Hermiswil, e le frazioni di Juchten, Loch e Oberbützberg. Fino al 1830 B. formò un consorzio scolastico con Oberönz; dopo un lungo periodo di autonomia, nel 1967 si riunì con Bettenhausen. La località fa capo alla parrocchia di Herzogenbuchsee. Nonostante l'aspetto rurale del villaggio, nel 1990 il 47% della pop. attiva operava nel secondario (fra l'altro nel settore della meccanica di precisione), mentre molti dei pendolari in uscita (69% degli attivi) lavoravano a Herzogenbuchsee e Langenthal.


Bibliografia
– K. H. Flatt, Die Errichtung der bernischen Landeshoheit über den Oberaargau, 1969, 104-107

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / vfe