Uebeschi

Com. BE, distr. e circoscrizione amministrativa Thun; (1233: Ibisshe). Situato nella regione a drumlins tra lo Stockental e la valle dell'Aar, comprende, oltre al villaggio, la frazione di Kärselen, fattorie raggruppate e isolate nonché una parte del laghetto omonimo. Pop: 274 ab. nel 1764, 652 nel 1850, 506 nel 1900, 480 nel 1950, 678 nel 2000. Sono stati rinvenuti singoli reperti risalenti al Neolitico e all'età del Bronzo (Subelmoos, Gweerdi), resti di mura e oggetti in ceramica (Stock), una strada lastricata (Weid) e monete (nel villaggio) di epoca romana nonché tombe (Gisisalwäldchen) e forse resti di una fortezza medievale. Non vi sono legami noti tra la fam. di ministeriali von U. (menz. 1294-1490) e la località. Durante il ME U. apparteneva alla signoria di Strättligen in quanto parte della giurisdizione e del com. parrocchiale di Thierarchen. Dal 1417 il convento degli Scalzi di Berna acquisì a U. e Pohlern alcune fattorie e il laghetto di U. e trasformò i possedimenti nella signoria di Pohlern. Dopo la secolarizzazione del convento (1528), il Consiglio di Berna attribuì Pohlern e U. alla bassa giurisdizione di Amsoldingen nel baliaggio di Thun; dal 1803 U. fece parte del baliaggio risp. del distr. di Thun. Dal 1982 si sviluppò il quartiere di Lindenbühl. U. possiede una propria scuola elementare; la scuola secondaria a Thierachern è gestita assieme a questo com., ad Amsoldingen e Höfen. Malgrado il carattere rurale, all'inizio del XXI sec. un ab. su due di U. lavorava a tempo pieno o parziale nelle regioni di Thun e Berna.


Bibliografia
– M.-C. Clément, Bauinventar der Gemeinde Uebeschi, 1992
– A.-M. Dubler, «Die Region Thun-Oberhofen auf ihrem Weg in den bernischen Staat (1384-1803)», in BZGH, 66, 2004, 61-117

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / mass