Blumenstein

Com. BE, distr. Thun, e antica signoria, situato nello Stockental e nell'alta valle della Gürbe; (1305: Bluomenstein). Inner-B. comprende il villaggio di B. e le frazioni di Wäsemli, Eschli, Gassen e Rüdeli. Nel XIX sec. Aussen-B., costituito dalle frazioni di Lochmannsbühl, Reckenbühl, Bodenzingen e Tannenbühl, formava il com. autonomo di Tannenbühl; nel 1859 venne incorporato nel com. di B. Pop: 443 ab. nel 1764, 1077 nel 1850, 814 nel 1900, 1071 nel 1950, 1192 nel 2000. Nella zona, colonizzata tardivamente, sono stati rinvenuti pochi reperti edafici: a Rüdeli un forno da calce e nel caseificio un muro, detto "dei pagani", la cui data di realizzazione è incerta.

La signoria di B. comprendeva la zona di Inner-B., con la fortezza medievale situata sopra il Fallbach, menz. per l'ultima volta nel 1606 e oggi scomparsa, e la chiesa (privata) sottostante. Nel 1348 Peter von Raron vendette signoria e diritti di patronato a Berna. Quest'ultima li cedette presumibilmente a una fam. che da allora prese il nome di von B. Successivamente, per via matrimoniale, ereditaria o in seguito a vendita, la signoria passò, interamente o in parte, ai Münch von Münchenstein (1386), ai von Krauchtal (1420), vom Stein (1439), von Scharnachtal e altri. Nel 1642 l'ultimo proprietario, Hans Franz von Wattenwyl, vendette i diritti di signoria a (Inner-)B. Il com. cedette la bassa giurisdizione a Berna contro esenzione dagli altri oneri signorili; Berna annesse B. all'alta giurisdizione di Seftigen e dal 1652 (con Thierachern) al baliaggio di Thun (distr. elvetico di Oberseftigen dal 1798 al 1803).

La chiesa dedicata a S. Nicola, situata sopra il villaggio in posizione discosta, è menz. nel 1285. All'inizio del XIV sec. la costruzione dell'XI sec. fu sostituita da un nuovo edificio: la torre è un po' più recente. Nel 1522 Berna ottenne i diritti di patronato. La parrocchia, un tempo limitata a Inner-B., per un breve periodo (1536-44) fu unita ad Amsoldingen. Nel 1676 essa venne ampliata con l'annessione di Ausser-B. (Tannenbühl, Reckenbühl e Bodenzingen si staccarono da Amsoldingen, Bühl da Thierachern); dal 1921 comprende anche Pohlern. I bagni di B., noti già nel XVI sec., attorno al 1900 erano fra le stazioni climatiche bernesi. Allevamento e alpicoltura acquisirono l'importanza odierna soltanto nel XIX sec.; il caseificio della valle fu fondato nel 1858. Oggi i proprietari dei cosiddetti diritti di alpe sono riuniti nelle corporazioni e cooperative alpigiane intercom. di Langeneggalp, Oberwirtneren e Unterwirtneren. Nel 1990 agricoltura e artigianato occupavano complessivamente il 50% della pop. attiva; i pendolari in uscita, spec. verso Thun e Berna, erano il 54%. Nuovi quartieri sono sorti in zona Allmendeggen e Rossweid.


Fonti
FDS BE, II/11
Bibliografia
– U. Jaeggi, Berggemeinden im Wandel, 1965
– W. Rothacher, Jubiläumsschrift Käsereigenossenschaft Blumenstein 1858-1969, 1969
– W. Rothacher, Chronik von Kirche und Dorfschaft Blumenstein, 1981

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / vfe