07/10/2010 | segnalazione | PDF | stampare

Amsoldingen (comune)

Com. BE, distr. Thun; (1175: Ansoltingen). Il com. comprende il villaggio di A., sul lago omonimo, e diverse fattorie e frazioni; della parrocchia di A. fanno parte anche i com. di Höfen e Zwieselberg ed il villaggio di Längenbühl (com. Forst-Längenbühl). Pop: 328 ab. nel 1764, 658 nel 1850, 553 nel 1900, 497 nel 1910, 592 nel 1950, 569 nel 1980, 767 nel 2000. Resti di un insediamento forse neolitico in località Schmittmoos; singole tombe, un deposito di armi e tumuli risalenti all'età del Bronzo sono venuti alla luce in località Bürgli. La collegiata (del X/XI sec.), dedicata a S. Maurizio, fu eretta impiegando materiale di spoglio proveniente da Aventicum; la costruzione precedente risaliva al 700 ca. L'edificio principale, preromanico, è tuttora ben conservato ed è integrato in un imponente gruppo architettonico che comprende il castello con gli edifici annessi, il mulino, la casa parrocchiale, lo Stöckli e il lavatoio. Durante il ME A. era soggetto al capitolo dei canonici. Nel 1528 Berna lo attribuì alla giurisdizione di Seftigen per l'alta giustizia e al baliaggio (Amt) di Thun per la bassa. Nel 1798 A. divenne capoluogo del distr. di Oberseftigen; nel 1803 fu assegnato a quello di Thun. La costruzione di nuovi quartieri residenziali (Riedli e Galgacher dal 1985) e il numero crescente di pendolari in uscita, spec. verso Thun, hanno mutato, nel recente passato, l'originaria struttura agricolo-artigianale di A.: nel 1990 il 28% della pop. lavorava nel primario, il 26% nel secondario.


Bibliografia
– G. von Büren, Amsoldingersee, 1937
Chronik der Gemeinden des Kantons Bern, 2, 1953
– AA. VV., Vorromanische Kirchenbauten, 1991, 25 (suppl.)
– S. Rutishauser, Kirche Amsoldingen, 19922

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / lss