10/12/2007 | segnalazione | PDF | stampare

Lauperswil

Com. BE, distr. Signau; (1275: Loperswile). Il com. comprende il villaggio di L. sulla riva sinistra della Emme, una parte di Zollbrück (la parte settentrionale fa parte del com. di Rüderswil), gli antichi insediamenti dei poveri sorti nelle zone alluvionali (Schachensiedlungen) di Emmenmatt, Bomatt, Mungnau e Obermatt, le frazioni di Wittenbach, Längenbach ed Ebnit e fattorie sparse in zona collinare su entrambe le rive della Emme. Nel 1889 L. ottenne da Rüderswil il quartiere di Wittenbach. Pop: 1425 ab. nel 1764, 2816 nel 1850, 2631 nel 1900, 2848 nel 1950, 2681 nel 2000. Le tracce insediative più antiche sono costituite da condotte idriche sotterranee medievali (a Küenzi), reperti isolati non identificati (villaggio di L.) - tra altro un fosso (presso la parrocchiale), forse del ME - e una fortificazione bassomedievale (a Steckhüsli). Un tempo il villaggio di L. faceva parte della signoria medievale di Wartenstein. Nel tardo ME il principale proprietario terriero fu l'abbazia di Trub, i cui beni dal 1528 furono amministrati da un intendente bernese. L. era sottoposto alle giurisdizioni delle signorie territoriali di Trub e Wartenstein e costituiva una parte della bassa e alta giurisdizione di Ranflüh, con cui nel 1408 passò a Berna. Il com. fu dapprima attribuito al baliaggio di Trachselwald, poi al distr. di Signau (1803). La chiesa, menz. la prima volta nel 1275, fu ricostruita nel 1518 e nel 1519 abbellita con vetrate. I diritti di patronato passarono probabilmente nel 1284 all'abbazia di Trub, che dopo l'incorporazione della parrocchia nel 1294 affidò la cura dei fedeli ai suoi monaci; nel 1528 divennero proprietà di Berna. Nei beni comuni del villaggio, in cui si praticava l'avvicendamento delle colture, L. aveva una comunità per lo sfruttamento dei pascoli con la signoria di Wartenstein, in parte già sciolta nel 1551. Nel 1552 tra Burgdorf e Langnau fu costruito il primo ponte sulla Emme (sottoposto a dazio). Quando i poveri si insediarono senza autorizzazione sulle aree alluvionali lungo la Emme, Berna reagì sanzionando gli insediamenti (1568). Nel XVII sec. la colonizzazione nella zona fu controllata dal balivo attraverso la distribuzione di terre. Nel XIX sec. l'evoluzione del com. fu determinata dalla pianificazione del traffico: le linee ferroviarie Berna-Langnau (1864) e Burgdorf-Langnau (1881), così come la strada sul fondovalle (1899), favorirono lo sviluppo industriale e commerciale dei villaggi rivieraschi, spec. a Zollbrück ed Emmenmatt (fabbriche di macchinari e di filati, segherie, prodotti locali e varie piccole industrie). Sorse il nuovo centro economico di Bomatt. Numerosi ab. delle parti prevalentemente agricole del com. lavorano in queste zone industriali. Le ex case di cura Moosegg, Moosbad e Waldhäusern sono attualmente popolari mete escursionistiche.


Fonti
FDS BE, II/8
Bibliografia
– F. Häusler, Das Emmental im Staate Bern bis 1798, 2 voll., 1958-1968
Amtsbezirk Signau, 1991
– A.-M. Dubler, «Die Schachenleute im Emmental», in Burgdorfer Jahrbuch, 64, 1997, 9-54
– H. Minder, Lauperswil, 2002
– R. Hug, Bauinventar der Gemeinde Lauperswil, 2005

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / sma