23/04/2009 | segnalazione | PDF | stampare

Kehrsatz

Com. BE, distr. Seftigen; (1281: Kersaz). Situato su un terrazzo del versante sudorientale del Gurten, il villaggio occupa una parte del Belpmoos. Pop: 214 ab. nel 1764, 466 nel 1850, 568 nel 1900, 971 nel 1950, 2773 nel 1970, 3710 nel 2000.

Sono state rinvenute alcune tombe risalenti al periodo di La Tène (nella Zimmerwaldstrasse 27), una vasta area di villae galloromane con cinta muraria (Maygut-Breitenacker) e un deposito di monete di epoca romana (Gurtental). Nel ME la località faceva probabilmente parte della signoria di Belp-Montenach. Dal XIII sec. i beni con i diritti di avogadria passarono progressivamente alle fam. del patriziato cittadino di Berna e ai conventi di Interlaken, Frienisberg e Köniz. Nel XV sec. i singoli diritti di avogadria furono riuniti in una bassa giurisdizione del patriziato cittadino di Berna, il cui primo ordinamento giur. risale al XVI sec. Il centro politico della signoria era costituito dal castello di K., edificato nel XIV sec., sebbene la costruzione attuale risalga alla fine del XVI sec. (con ampliamenti successivi). Nel corso dei sec. furono proprietarie del castello le fam. patrizie bernesi von Ringoltingen, Spilmann, Simon (XV sec.), Michel (XVI sec.), von Bonstetten, Güder (XVII sec.), Wurstemberger, Hackbrett, von Graffenried e von Tscharner (XVIII sec.). Per l'alta giustizia K. fece capo alla giurisdizione bernese di Seftigen (1388-1798). Dopo la soppressione dei diritti signorili (1798) e altri passaggi di proprietà, il cant. Berna acquisì il castello e la tenuta di K., che dal 1888 ospitarono un ist. educativo per ragazze e oggi sono sede di una scuola speciale cant. La cinta muraria del castello comprende una torre tardogotica, un tempo adibita a prigione del Concistoro. La località Selhofen (Salhof = curtis signorile), luogo di origine dell'omonima fam. del patriziato cittadino bernese del XIII-XIV sec., nel 1783 fu definita Schlösslein und freyes Gut (piccolo castello e proprietà libera). Fino al 1798 Selhofen costituiva un distr. giudiziario autonomo all'interno della giurisdizione cittadina di Berna.

Grazie agli ottimi collegamenti (ferrovia della valle della Gürbe e strada), dagli anni 1960-70 il villaggio rurale fu integrato nell'agglomerato cittadino di Berna. Con la rapida edificazione del centro del villaggio e la creazione di nuovi quartieri, dal 1957 si svilupparono anche le infrastrutture del com.: furono costruiti tra l'altro la casa com. (1958) e il complesso scolastico (nel 1969 scuola primaria e secondaria, dal 1980 aperta anche ai com. del Längenberg). Nel 1990 l'amministrazione com. è stata trasferita nell'antica residenza di campagna Blumenhof, accanto alla quale si trova l'importante tenuta del Lohn, di proprietà della Conf. Sul piano ecclesiastico, il villaggio si è separato progressivamente da Belp in seguito all'aumento della pop.: sede di un pastore ausiliario (1962), poi di un pastore a tempo pieno (1966), K. è parrocchia autonoma dal 1972. Nel 1976 catt. e rif. costituirono insieme il centro ecumenico con la chiesa dedicata a S. Andrea. Nonostante l'urbanizzazione, l'agricoltura continua a essere praticata, anche se la crescita è dovuta oggi soprattutto al terziario, all'artigianato, alle ditte commerciali e ai servizi. Nel 2000 più di tre quarti della pop. attiva lavoravano fuori dal com.


Bibliografia
Chäsitz - üses Dorf, 1974 (19984)
– H. von Fischer, Das Landgut Lohn in Kehrsatz BE, 1982
Der Landsitz Blumenhof in Kehrsatz, 1990
– I. Meili-Rigert, Bauinventar der Gemeinde Kehrsatz, 2004

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / lca