Jaberg

Com. BE, distr. Seftigen; (1259: Jagberc). Situato nella regione collinare sulla riva sinistra dell'Aar, comprende Hinter J. e Vorder J. Nel 1948 l'exclave di Stoffelsrüti passò a Noflen. Pop: 116 ab. nel 1764, 271 nel 1850, 162 nel 1900, 189 nel 1930, 144 nel 1950, 235 nel 2000. A Hinter J. sono stati rinvenuti tumuli della cultura di Hallstatt e sepolture successive dell'alto ME e nello Jabergwald le vestigia di una cinta muraria. Dove il vecchio traghetto sull'Aar (sostituito da un ponte nel 1835) collegava l'Emmental con la zona di Schwarzenburg sorgeva una fortezza in legno, che secondo Konrad Justinger fu distrutta dai Bernesi nel 1286. Contrariamente ad alcune ipotesi, non si trattava dello Jagdburg (com. Stocken-Höfen). Detenuta dapprima dai signori von Krauchtal (XV sec.), poi dalla fam. bernese degli Schleif (dopo il 1427), all'epoca della Riforma la bassa giustizia passò probabilmente a Berna, che prima del 1533 integrò J. nella giurisdizione di Gelterfingen, divenuta nel XVIII sec. giurisdizione dell'alfiere di Mühledorf amministrata dall'alfiere del tribunale di Seftigen. J. fa parte della comunità parrocchiale di Kirchdorf. Dagli anni 1970-80 nuovi quartieri residenziali (Fliederweg, Auetliweg e Burgacker) sono sorti nel villaggio un tempo rurale, richiamando così nuovi ab. Nel com. vi sono cave di ghiaia e una discarica regionale. Nel 2000 quasi i quattro quinti della pop. attiva lavoravano fuori com.


Bibliografia
Die Burgen und Schlösser der Schweiz, 10A, 1942, 114
– H.-U. Baumgartner, Bauinventar der Gemeinde Jaberg, 2002

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / ato