No 3

Vallotton, Henry

nascita 4.6.1891 Losanna, morte 31.1.1971 Saint-Sulpice (VD), rif., di Vallorbe. Figlio di Henri, maestro stampatore, e di Louise Zellweger. ∞ 1) (1915) Blanche Warnery, figlia di Emile; 2) (1931) Yvonne, figlia di Eduard von Freudenreich, divorziata da Erich von Wattenwyl e corrispondente di Rainer Maria Rilke. Dopo le scuole a Losanna, studiò diritto a Monaco di Baviera e Losanna, dove conseguì il dottorato. Avvocato a Losanna (1915-43), si associò al suo compagno di partito Marcel Pilet-Golaz. Radicale, fu deputato al Gran Consiglio vodese (1921-33, pres. 1927) e al Consiglio nazionale (1925-43, capogruppo dal 1935), di cui fu pres. nel 1939. Fautore di posizioni anticomuniste, autoritarie e corporativiste, impresse una svolta a destra al suo partito, pur mantenendo le distanze dalla Lega vodese. Nel 1932 fondò l'Ass. patriottica vodese. Nel 1937 fece fallire il tentativo di Walter Stucki di formare una coalizione composta dalle forze di centro e dalla sinistra non comunista. Particolarmente attivo in politica estera, fece parte della delegazione sviz. alla conferenza sul disarmo del 1932 e presiedette la commissione degli affari esteri del Consiglio nazionale, dalla sua istituzione nel 1936 al giugno del 1940. In seguito a una visita al fronte durante la guerra tra Russia e Finlandia (gennaio 1940), criticò la politica di neutralità perseguita dal Consiglio fed. Fu ministro di Svizzera a Rio de Janeiro (1943-45), poi a Stoccolma (1946-51) e infine a Bruxelles (1952-56). Attivo nell'ambito del turismo e dell'associazionismo (Touring Club Sviz., Club alpino sviz.), fece inoltre parte dei consigli di amministrazione di alcune imprese quali la Saurer e la Sulzer. V. si impegnò per risolvere la controversa questione legata all'eredità di Ignacy Jan Paderewski e per onorarne la memoria. Autore affermato e premiato, pubblicò una ventina di libri sui suoi viaggi, su Paesi e personaggi storici. Fece parte dell'ass. studentesca Zofingia. Colonnello.


Archivi
– Documentazione del DFAE
– Dossier ATS presso ACV
Bibliografia
– R. Butikofer, Le refus de la modernité, 1996, spec. 384-386

Autrice/Autore: Marc Perrenoud / luc