No 2

Silva, Francesco

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

nascita ca. 1580 Morbio Inferiore, morte ca. 1643, catt., di Morbio Inferiore. ∞ (1616) Giovanna nata S. Formatosi a Roma, fu attivo come stuccatore spec. tra Marche e Umbria, in particolare nella basilica della Santa Casa di Loreto (1611-12), nel duomo di Foligno (1613) e nelle cattedrali di Fabriano e Nocera Umbra (1616). Operò inoltre nel duomo di Faenza (Emilia Romagna, 1614). In quegli anni si dedicò pure alla decorazione del santuario di S. Maria dei Miracoli a Morbio Inferiore, dove mediò gli schemi e le iconografie già collaudati nell'Italia centrale. Raffinato decoratore legato alla cultura tardomanierista, operò pure in area lombarda, al Sacro Monte di Varese (dal 1617), in Valtellina (Montagna, Ardenno), in Alto Lario (Garzeno, Vercana, Sacro Monte di Ossuccio) e a Como (1641).


Bibliografia
– E. Agustoni, I. Proserpi, «Il santuario di Santa Maria dei Miracoli e il suo apparato decorativo», in Santa Maria dei Miracoli, Morbio Inferiore, 2003, 45-85
– S. Gavazzi Nizzola, M. Magni, «Aggiunta al catalogo dei Silva stuccatori morbiesi», in AST, 136, 2004, 309-326

Autrice/Autore: Edoardo Agustoni