No 1

Sealsfield, Charles

nascita 3.3.1793 (Carolus Magnus Postl) Poppitz (Moravia, oggi Znojmo, Repubblica Ceca),morte 26.5.1864 Soletta, catt., dal 1858 cittadino statunitense. Figlio di Anton, viticoltore e giudice di villaggio. Noto nella letteratura con il nome di Karl Anton Postl. Studente del convento dell'ordine dei crocigeri della stella rossa, studiò filosofia e teol. a Praga (1808-15, allievo di Bernard Bolzano) e venne ordinato sacerdote (1814). Segr. dell'ordine dei crocigeri a Praga, ebbe contatti con cerchie protoliberali e nazionaliste. Nel 1823 fuggì dal convento per rifugiarsi negli Stati Uniti, dove soggiornò fino al 1826 e di nuovo negli anni 1827-32, 1837 e 1853-58 e prese il nome di S. Emigrante liberal-conservatore ed esponente del tardo Illuminismo, S. contrappose la democrazia statunitense jacksoniana all'Europa conservatrice. Giornalista e romanziere, fu autore di due racconti di viaggio critici su Stati Uniti (1827) e Austria (1828), e di 11 romanzi sull'America (fino al 1843). Dal 1832 la Svizzera divenne la sua seconda patria d'adozione e dal 1858 visse a Soletta. Fu a stretto contatto con personalità liberal-conservatrici ted. e sviz., tra cui Johann Caspar Bluntschli, Melchior Esslinger, Stephan Gutzwiller, Johann Jakob Hess e Johann Lukas Schönlein. Pubblicò le sue opere presso le case editrici Orell, Füssli & Co, Schulthess e Cotta, rendendole note in area germanofona. Descrisse la Svizzera nel testo Die deutsch-amerikanischen Wahlverwandtschaften (1839-40). Solo con il testamento fu svelata la sua identità (1864). Nel 2002 venne fondata a Vienna la Soc. intern. Charles Sealsfield.


Opere
Sämtliche Werke, a cura di K. J. R. Arndt, A. Ritter, 1972-
Archivi
– ZBSO
Bibliografia
– E. Castle, Der grosse Unbekannte, 2 voll., 1952-1955 (rist. 1993, 2010)
– A. Ritter (a cura di), SealsfieldBibliothek, 1-, 2004-

Autrice/Autore: Alexander Ritter / frm