No 2

Frick, Ernst

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

nascita 21.9.1881 Knonau, morte 23.8.1956 Ascona, rif., di Knonau. Figlio di Johann Jakob, commesso viaggiatore per una fabbrica di macchine, e di Elise Etzweiler. ∞ (1941) Margarethe Fellerer, di Linz. Fonditore, aderì ben presto al sindacato ed entrò in contatto con le idee anarchiche. Fu redattore (1904-06) della rivista anarchica Weckruf. Nel 1907 partecipò alla liberazione di un anarchico russo dalla caserma della polizia cant. di Zurigo e fu pertanto condannato a un anno di prigione che scontò a Regensdorf (1912-13). Dal 1911 visse ad Ascona (più tardi anche a Bosco/Gurin), dapprima con Frieda Gross-Schloffer, moglie dello psichiatra Otto Gross, e dal 1920 con la fotografa Margarethe Fellerer. Sotto la guida di Artur Segal, F. si dedicò alla pittura e fu tra i fondatori dell'ass. di artisti Der grosse Bär (1924). Dal 1928 si occupò della fortezza Balladrum, situata sopra Ascona e di probabile origine celtica, pubblicando saggi di archeologia e sulla lingua originaria.


Bibliografia
Monte Verità, cat. mostra Ascona, 1978
– R. Bochsler, «Der Überfall auf die Zürcher Polizeikaserne», in Bohème, Psychoanalyse und Revolution, a cura di R. Dehmlow, G. Heuer, 2003, 105-124
– I. Boesch, Gegenleben, 2003

Autrice/Autore: Andreas Schwab / did