No 3

Rezzonico, Raimondo

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

nascita 22.2.1920 Lugano, morte 4.10.2001 Lugano, catt., di Lugano, dal 1994 cittadino onorario di Locarno. Figlio di Antonio, falegname, e di Ester Somazzi. ∞ (1942) Leila Carminati, figlia di Vito, proprietario di una tipografia e casa editrice di periodici a Locarno. Dopo il ginnasio a Lugano e la scuola magistrale a Locarno (fino al 1939), fu cronista, moderatore e annunciatore alla Radio della Svizzera it. (dal 1940). Nel 1950 rilevò l'azienda del suocero e divenne editore dell'Eco di Locarno (fino al 1992) e della Südschweiz (dal 1987 Tessiner Zeitung). Fu inoltre coeditore del quotidiano La Regione (dal 1992) e del quindicinale Il Caffè (dal 1994, domenicale dal 1998). Per oltre 30 anni fu pres. degli industriali grafici e degli editori ticinesi di giornali. Fu cofondatore (1946) e pres. (1981-99) del Festival del film di Locarno e uno fra i maggiori collezionisti d'arte privati in Svizzera. Commendatore dell'ordine franc. delle arti e delle lettere (1988) e grand'ufficiale dell'ordine al merito della Repubblica it. (1992).


Bibliografia
Die Weltwoche, 30.7.1992
– G. Cattori, «R. Rezzonico», in La Rivista: mensile illustrato del Locarnese e Valli, 1997, n. 7-8, 15-19
La Regione Ticino, 6.10.2001

Autrice/Autore: Michael Gautier / vfe