No 1

Liepman, Ruth

nascita 22.4.1909 Polch (presso Coblenza), morte 29.5.2001 Zurigo, isr., cittadina ted., dal 1935 di Mastrils. Figlia di Isidor Theo Lilienstein, medico, e di Hilde Stern. ∞ 1) (1935) Oskar Stock, architetto, figlio di Samuel Bernhard, di Mastrils; 2) (1949) Heinz L. (morte 1966), scrittore e giornalista, figlio di Salomon Liepmann, commerciante. Studiò diritto ad Amburgo e Berlino (1928-31). Referendaria, nel 1933 le fu vietato l'esercizio della professione. Nel 1934 conseguì il dottorato. Iscritta al partito comunista ted. dal 1928, tra il 1934 e il 1945 si rifugiò in Olanda, dove, quale collaboratrice dello studio legale del console sviz. ad Amsterdam, si impegnò tra l'altro per salvare gli ebrei, passando alla clandestinità dal 1943. Nel 1949 fondò ad Amburgo l'agenzia letteraria Liepman insieme al secondo marito, che dal suo esilio americano portò i primi autori; dal 1961 l'impresa ebbe sede a Zurigo (dal 1981 Liepman AG). Fu una delle pioniere del settore; grazie a lei l'agenzia divenne un'azienda attiva a livello intern. e una delle principali in Europa. Nel 1992 il Consiglio di Stato zurighese le conferì la medaglia d'oro onoraria.


Opere
Vielleicht ist Glück nicht nur Zufall, 1993
Bibliografia
TA, 31.5.2001
Neuer Nachrichtenbrief der Gesellschaft für Exilforschung, dicembre 2001, n. 18, 2-3

Autrice/Autore: Markus Bürgi / sma