28/10/2013 | segnalazione | PDF | stampare
No 8

Schlumpf, Leon

Nell’edizione a stampa questo articolo è corredato da immagini. È possibile ordinare il DSS presso il nostro editore.

nascita 3.2.1925 Felsberg,morte 7.7.2012 Coira, rif., di Mönchaltorf, dal 1964 cittadino onorario di Felsberg. Figlio di Jakob, commerciante, e di Magdalena Brunold. ∞ (1953) Trudi (Gertrud) Rupp, di Trin. Dopo la scuola cant. a Coira, studiò diritto a Zurigo, conseguendo il dottorato (1951). Nel 1951 aprì uno studio legale a Coira. Deputato democratico al Gran Consiglio grigionese (1955-65; pres. 1964), fu Landamano del circ. di Trin (1959-63) e membro del Consiglio di Stato grigionese (1966-74; Dip. dell'interno e dell'economia pubblica), dove si impegnò per l'equilibrio sociale, promuovendo tra l'altro l'aiuto ai contadini di montagna e la perequazione finanziaria. Consigliere nazionale (1967-74) e agli Stati (1974-79), fece parte di diverse commissioni importanti, tra cui la commissione di esperti per la revisione totale della Costituzione fed. Dal 1974 al 1978 fu anche sorvegliante fed. dei prezzi. È considerato uno degli artefici della fondazione dell'UDC nel 1971. Nel 1979 fu eletto al primo scrutinio in Consiglio fed., dove assunse la direzione del Dip. fed. dei trasporti, delle comunicazioni e delle energie. Nella questione della promozione dell'energia nucleare quale alternativa al petrolio non ottenne il sostegno del popolo nella votazione del 1983 sul nuovo articolo costituzionale sull'energia. Ritenuto il "padre della galleria della Vereina", nel campo della politica dei trasporti con il progetto Ferrovia 2000 sostenne la concorrenzialità della rotaia nei confronti della strada, senza però rinunciare al completamento della rete viaria nazionale. La politica dei trasporti promossa da S. fu bocciata in votazione popolare sotto Adolf Ogi, suo successore. Dopo aver lottato invano contro emittenti private illegali come Radio 24, con l'articolo sulla radiotelevisione del 1984 gettò le basi per una convivenza tra SSR e media elettronici privati. Nel 1984 fu pres. della Conf. Politico pragmatico e coerente con uno sguardo rivolto al futuro, nel 1987 si dimise inaspettatamente e non ricoprì più cariche pubbliche eccetto la presidenza di Pro Infirmis. Con lo pseudonimo di Rätus Telena in gioventù era stato un noto musicista popolare.


Opere
Preisüberwachung 1973-1978, 1979
Medien, Energie, Verkehr, 1988
Reminiszenzen, 1997
Bibliografia
L. Schlumpf, 1984
– Altermatt, Consiglieri federali, 583-588
Die Südostschweiz, 3.2.2005

Autrice/Autore: Adolf Collenberg / sor