• <b>Georges-André Chevallaz</b><br>Ernest Ansermet (sulla sinistra) mentre riceve la cittadinanza onoraria dal sindaco di Losanna il 13.12.1963; fotografia di  Roland Schlaefli (Museo nazionale svizzero, Actualités suisses Lausanne).

No 2

Chevallaz, Georges-André

nascita 7.2.1915 Losanna, morte 8.9.2002 Losanna, rif., di Montherod. Figlio di Georges ( -> 1). ∞ Madeleine Roch, insegnante, figlia di Alfred, agricoltore, di Château-d'Œx. Ha studiato all'Univ. di Losanna, conseguendo la licenza in lettere nel 1937 e il dottorato nel 1949, dopo avere seguito corsi di storia a Parigi. A Losanna ha insegnato alla scuola di commercio (1942-55), ha tenuto lezioni di storia diplomatica all'Univ. e ha diretto la biblioteca cant. (1955-58). Membro del partito radicale dal 1945, è stato consigliere com. (1949-57) e sindaco di Losanna (1957-73); vicepres. dell'Esposizione nazionale del 1964, ha sostenuto la costruzione della galleria autostradale del Gran San Bernardo. Consigliere nazionale (1958-73), è stato pres. del gruppo parlamentare radicale dal 1970 al 1973, anno in cui è stato eletto in Consiglio fed. pur non essendo il candidato ufficiale del partito. Alla testa del Dip. delle finanze e delle dogane per sei anni, ha adottato importanti misure di risanamento del bilancio, ma il suo progetto di legge per l'introduzione dell'IVA è stato respinto dal popolo nel 1977 e nel 1979. Dal 1980, anno in cui è stato pres. della Conf., al 1983 ha diretto il Dip. militare, promuovendo l'acquisto di un nuovo fucile d'assalto e quello dei carri armati Leopard; ha curato inoltre la ristrutturazione dei servizi segreti e riattivato (1981), con l'appoggio del Consiglio nazionale, anche l'org. di resistenza detta P-26, il cui operato ha sollevato polemiche tali da indurre il Consiglio fed. a decretarne lo scioglimento nel 1990. Alla fine del 1983 ha dato le dimissioni. Nel 1992 si è schierato decisamente contro l'adesione della Svizzera allo Spazio economico europeo (SEE). Autore di saggi politici e opere di storia, è stato anche il primo pres. della Fondazione del Dizionario storico della Svizzera (1988-1992). Maggiore dell'esercito.

<b>Georges-André Chevallaz</b><br>Ernest Ansermet (sulla sinistra) mentre riceve la cittadinanza onoraria dal sindaco di Losanna il 13.12.1963; fotografia di  Roland Schlaefli (Museo nazionale svizzero, Actualités suisses Lausanne).<BR/>
Ernest Ansermet (sulla sinistra) mentre riceve la cittadinanza onoraria dal sindaco di Losanna il 13.12.1963; fotografia di Roland Schlaefli (Museo nazionale svizzero, Actualités suisses Lausanne).
(...)


Bibliografia
– Altermatt, Consiglieri federali, 565-570
Hommages à G.-A. Chevallaz à l'occasion de ses 80 ans, 1995

Autrice/Autore: Alain Clavien / gbe