No 1

Cadorin, Paolo

nascita 31.10.1918 Venezia,morte 30.12.2014 Basilea, catt., cittadino it. Figlio di Guido, pittore, e di Livia Tivoli, pittrice e poetessa. ∞ (1949) Ursula Trüb. Studiò storia dell'arte e restauro a Roma e a Zurigo. Capo della sezione restauro del Kunstmuseum di Basilea (1954-84), C. inventò nuovi metodi scientifici di conservazione basati sull'utilizzo di resine termoplastiche e rese sistematica la documentazione fotografica (organo di Valère, Danza macabra di Basilea, Crocifissione di Hans Baldung Grien). Tra i pionieri dell'evoluzione della professione del restauratore d'arte verso quella del "conservatore-restauratore", formò numerosi allievi, attivi in diversi musei e commissioni dei beni culturali. Membro del Consiglio intern. dei musei (ICOM).


Bibliografia
– T.-A. Hermanès (a cura di), L'amour de l'art, 1999 (con elenco delle op.)

Autrice/Autore: Pierre Chessex / cor