22/07/2011 | segnalazione | PDF | stampare | 

Schattenhalb

Com. BE, distr. Oberhasli, circoscrizione amministrativa Interlaken-Oberhasli. Grande com. di montagna, si estende su una superficie di 31 km2 dalle gole dell'Aar, nella parte inferiore della valle dell'Hasli attraverso la valle del Reichenbach, fino al ghiacciaio di Rosenlaui e alle cime del Dossen e del Wellhorn. Comprende i villaggi di Willigen, nel fondovalle (600 m), Geissholz sul Kirchet (786 m) nonché Falchern, Schwendi e Lugen posti su un terrazzo a 850 m. Pop: 298 ab. nel 1764, 767 nel 1850, 850 nel 1880, 772 nel 1900, 954 nel 1950, 574 nel 2000. I singoli reperti archeologici rinvenuti a S. (un'ascia a margini rialzati sul Grindelgrat e punte di lancia sul Kirchet dell'età del Bronzo, un tesoro di monete di epoca romana) attestano la frequentazione preistorica dell'area. Nel ME le Bäuerten della parrocchia di Meiringen condivisero le sorti del baliaggio imperiale di Hasli, passando nel 1334 a Berna. Fino al XX sec. i principali settori economici furono l'economia alpestre (prodotti caseari) e l'allevamento (bovini e cavalli), con aziende private nel fondovalle e alpeggi in parte privati (Rosenlaui, Seili) in parte comuni (Grindel, Kaltenbrunnen). Sul piano ecclesiastico gli ab. di S. fecero da sempre capo alla parrocchia di Meiringen. Il com. politico di S. sorse nel 1834 dall'unione delle Bäuerten di Willigen, Geissholz, Falchern e Lugen.

Nel XVIII e XIX sec. diversi eruditi, tra cui Karl Viktor von Bonstetten o Jakob Samuel Wyttenbach, scoprirono e descrissero le bellezze naturali della zona, quali le cascate di Reichenbach, il ghiacciaio e le gole del Rosenlaui e gole dell'Aar. Alla fine del XVIII sec. lungo la vecchia strada del passo della Grande Scheidegg (la mulattiera del tardo ME/epoca moderna è in parte ancora conservata) sorsero le prime locande, che grazie a racconti di viaggio e a incisioni acquisirono fama intern. I bagni di Rosenlaui, che ottennero la concessione d'esercizio nel 1788, vennero trasformati nel XIX sec. in un albergo per turisti e casa di cura. Lo stabilimento termale del Reichenbach (prima del 1800, dal 1835 anche con locanda) rese accessibili le cascate dapprima attraverso un sentiero e, dal 1899, con una funicolare (con tre piccole centrali idroelettriche); dopo l'incendio del 1901 fu trasformato nel Grand Hôtel e, nel 1919, in clinica psichiatrica (oggi Privatklinik Meiringen). Dal 1888 le gole dell'Aar sono divenute un'attrazione turistica grazie alla realizzazione di un percorso pedonale; la linea tranviaria Meiringen-Reichenbach-gole dell'Aar fu attiva tra il 1912 e il 1956. Dall'inizio del XX sec. i bagni di Rosenlaui sono collegati alla valle dell'Hasli tramite una strada carrozzabile, in seguito prolungata fino alla Grande Scheidegg. Le vicine pareti del massiccio dell'Engelhorn attirano numerosi appassionati di arrampicata. All'inizio del XXI sec. S. formava con Meiringen un unico circondario postale e telefonico. La maggior parte delle aziende di S. (tra l'altro l'industria del legno ed edile e la ristorazione) erano insediate nel villaggio di Willigen, dove aveva sede anche l'amministrazione com. Le strade permettevano lo sfruttamento degli alpeggi in gran parte dalle fattorie sul fondovalle (caseificio a Kaltenbrunnen). Nel 2005 il settore terziario offriva il 76% dei posti di lavoro nel com. Nel 2009 a S. aveva ancora sede solo la scuola di Willigen, aperta nel 1714, mentre quelle di Falchern (del 1659) e di Geissholz (del 1788) furono chiuse risp. nel 1970 e nel 2004.


Bibliografia
– G. Kurz, C. Lerch, Geschichte der Landschaft Hasli, a cura di A. Würgler, 1979
Auf den Spuren früher Touristen, cat. mostra Kiesen, 1990
– P. Bannwart, Bauinventar der Gemeinde Schattenhalb, 2000

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / ato