Guttannen

Com. BE, distr. Oberhasli; (1377: Guotentannon). Esteso villaggio di montagna (200 km2) situato presso la strada sul passo del Grimsel, comprendente la zona delle sorgenti dell'Aar. Il territorio (improduttivo per oltre il 90%), si estende dagli 800-1300 m dell'angusto fondovalle, dove i nuclei insediativi di G. e Boden formano due comunità di villaggio (Bäuerten), fino al gruppo del Finsteraarhorn, che comprende le cime più alte dell'Oberland bernese. Pop: 288 ab. nel 1764, 506 nel 1850, 345 nel 1900, 298 nel 1920, 557 nel 1950, 328 nel 2000.

Nel ME il villaggio condivise le sorti del baliaggio imperiale dell'Hasli, passato a Berna nel 1334. G. fece parte del cant. Oberland (1798-1803) e in seguito del baliaggio bernese (Oberamt) dell'Oberhasli, poi divenuto distr. Sul piano ecclesiastico nel ME G. dipendeva da Meiringen, prima di venire assegnato a Innertkirchen (1713) e di formare una parrocchia indipendente dal 1816. Consacrata nel 1467, la cappella della comunità non era dotata del diritto di battesimo ma solo di un diritto di sepoltura (in casi eccezionali). Utilizzata dopo la Riforma come chiesa filiale e ampliata nel 1722, in seguito a un incendio del villaggio fu sostituita da una chiesa a navata unica (1723), che fu elevata al rango di chiesa parrocchiale nel 1816.

Fino al XX sec. la principale fonte di reddito era costituita dall'allevamento (fondovalle e alpeggi); il mercato di Meiringen costituiva lo sbocco più importante per l'esportazione dei prodotti (bestiame, formaggi) verso l'Altopiano e la Lombardia. Le aziende attive tutto l'anno dispongono sul fondovalle di campi e di prati destinati allo sfalcio (per permettere uno svernamento di otto mesi). Mentre ancora oggi i pascoli alpini nella Bäuert di Boden (estivazione di mucche, pecore e capre) sono per lo più di proprietà privata, quelli di G. appartengono alla Bäuert e per antica tradizione sono caricati sotto la direzione di un responsabile (Alpvogt); le baite e le stalle in alta quota sono invece di proprietà privata. Ordinamenti vari, il più antico dei quali risale al 1558, regolano i diritti di condurre il bestiame all'alpeggio e la durata dell'estivazione; l'Oberaaralp beneficiava di un diritto di rifugio in caso di neve (menz. nel 1485) sul Niederaaralp, che consentiva agli alpigiani di trovare protezione in caso di cattivo tempo. Oggi gli alpeggi servono all'estivazione bovina, ma l'unico caseificio attivo in quota è quello situato ad Handegg, che appartiene alle Forze motrici dell'Oberhasli. Diversi alpeggi, fra cui l'Oberaaralp, un tempo sfruttati dal villaggio vallesano di Törbel, sono oggi scomparsi sotto le acque dei laghi artificiali. Di importanza fondamentale per prevenire valanghe e straripamenti, i boschi sono gestiti in comune.

La povertà del territorio rese necessaria la pratica di attività accessorie come l'artigianato, la selvicoltura e la manutenzione dei sentieri, la ricerca di cristalli (spec. dopo i grandi ritrovamenti del 1719 e del 1732/33 sul Zinkenstock), l'estrazione di minerale di piombo nella Rotlaui (poco redditizia) e di pietra ollare per la fabbricazione di stufe. Per sfuggire alla miseria, fino al XIX sec. molti uomini si dedicarono al servizio mercenario. Molti emigrarono, nel XVII e XVIII sec. verso la Germania (spec. Württemberg), e nel XVIII e XIX sec. verso l'America del nord (Carolina, Pennsylvania, Kentucky).

Il traffico sul passo del Grimsel (posto di dogana a Ägerstein, dal XVII al XIX sec. anche a G. oppure a Boden) portò benefici alla pop. locale (somieri, mercanti di bovini e di cavalli). La strada carrozzabile, costruita da Innertkirchen a G. (1873-86), poi prolungata fino al passo (1894-95), offrì possibilità di guadagno a carrettieri e cocchieri; nel 1895 furono inaugurate le corse postali regolari. Con l'apertura della moderna strada del passo (1960-86), la zona divenne meta di escursioni. Il benessere nella regione fu però portato soprattutto dagli impianti idroelettrici: dal 1925 al 1972 vennero costruite cinque centrali (Handeck I, II e III, Grimsel I e II) e realizzati sei bacini artificiali sul territorio com. Fondate nel 1925, le Forze motrici dell'Oberhasli costituiscono oggi il datore di lavoro più importante, relegando l'agricoltura al rango di attività accessoria.

Le prime ascensioni sulle Alpi intraprese all'inizio del XIX sec. (come quelle del Finsteraarhorn nel 1811/12), così come lo studio dei ghiacciai, inaugurato dagli anni 1830-40 da naturalisti come Louis Agassiz, diedero il via all'afflusso degli alpinisti che assunsero guide del luogo. Oggi è diffusa in varie zone anche l'arrampicata libera (Mittagflühe, Handeggblatten ecc.).

Nei nuclei di G. e Boden esistevano scuole già nel XVII sec.: attualmente l'asilo per i bambini si trova a Boden, la scuola elementare a G. e la scuola secondaria a Meiringen.


Bibliografia
– F. Nussbaum, Grundzüge einer Heimatkunde von Guttannen im Haslital, 1925
– H. Schläppi-Caprez, Gemeinde Guttannen, 1991
– D. Wolf, Bauinventar der Gemeinde Guttannen, 2004

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / vfe