03/09/2013 | segnalazione | PDF | stampare

Seeland

Nell’edizione a stampa questo articolo è corredato da un’immagine. È possibile ordinare il DSS presso il nostro editore.

Territorio del cant. Berna, situato in una zona poco elevata dell'Altopiano, nei pressi risp. a sud del lago di Bienne, tra la catena più meridionale del Giura e il Frienisberg. La regione amministrativa del S. (dal 2010) comprende la circoscrizione amministrativa omonima (con i distr. di Erlach, Aarberg, Büren e la parte meridionale del distr. di Nidau) e quella di Bienne.

Il S. si è profilato relativamente tardi come entità territoriale bernese. Durante l'ancien régime i quattro baliaggi o contee bernesi di Aarberg, Büren, Erlach e Nidau, nati dalle eredità dei conti de Neuchâtel risp. dai loro rami von Nidau, d'Aarberg-Valangin e von Strassberg-Büren, formavano una certa unità, anche se non politica. A causa della loro analoga struttura amministrativa, dal 1595 al 1628 Berna li riunì sul piano militare nel cosiddetto contingente del lago (Seefähnchen). Tuttavia, solo nel compendio amministrativo del cant. Berna (1783-84), redatto da Johann Friedrich von Ryhiner, le quattro contee figurano come Paese del S., accanto ai territori più antichi dell'Oberland e dell'Emmental. Dopo l'attribuzione al cant. Berna delle regioni del Giura che avevano fatto parte del principato vescovile di Basilea (1815), anche Bienne e i suoi dintorni (dal 1834 come distr.) furono considerati parte del S.

Dal 1798 il toponimo S. definì unità amministrative di dimensioni diverse: un distr. elvetico (1798-1803, antico baliaggio di Erlach e parti di quelli di Nidau e Aarberg), una circoscrizione elettorale per l'elezione del Gran Consiglio (1803-15, con Fraubrunnen, Wangen e parti dei distr. di Berna e Burgdorf; 1869-1921, con Bienne, Aarberg, Laupen e la parte settentrionale del distr. di Berna) e una per l'elezione del Consiglio nazionale (1850-1918, con i distr. di Laupen e Bienne). Le circoscrizioni elettorali comprendevano quindi anche parti delle regioni limitrofe del Mittelland e dell'Alta Argovia. Tuttavia, nel XIX e XX sec., anche il S. e il Giura bernese vennero talvolta raggruppati, ad esempio per formare un circondario pianificatorio e tecnico. Il S. ha inoltre formato una regione ospedaliera e un circondario militare e, dopo le riforme del sistema giudiziario bernese del 1997 e 2006, fa parte della circoscrizione giudiziaria Giura bernese-S. Bienne ospita il tribunale della regione amministrativa del S., Nidau l'ufficio del registro fondiario e del registro di commercio. Aarberg è sede della prefettura della circoscrizione amministrativa del S., istituita nel 2010.

Il S. era formato da due zone distinte: le rive del lago, dove sono attestati dei villaggi dal Neolitico (per esempio Twann dal 3800 a.C. ca.), presentavano condizioni favorevoli all'insediamento; dal ME la viticoltura praticata sui pendii del Giura e sul Jolimont e la pesca caratterizzavano l'aspetto del paesaggio. Per contro, la pianura e soprattutto il Grosses Moos, che ne occupa la parte sudoccidentale, erano spesso inondati dalle acque dell'Aar e della Thielle, nonostante le arginature, e quindi poco adatti agli insediamenti. I villaggi situati sui bordi rialzati della pianura potevano utilizzare i fondivalle paludosi spesso solo come pascoli. Solo la correzione delle acque del Giura (1868-91, 1962-73), con la deviazione dell'Aar nel lago di Bienne, l'abbassamento del livello del lago e il prosciugamento delle paludi, permise la bonifica della pianura (Correzione dei corsi d'acqua) e lo sviluppo dell'orticoltura.

Il miglioramento delle vie di comunicazione nel XIX e XX sec. favorì l'integrazione della città di Bienne nella regione del S. La costruzione di nuovi assi stradali (dal 1835) e di linee ferroviarie (Berna-Bienne, 1864; Soletta-Neuchâtel, 1860; Soletta-Morat, 1876; Berna-Neuchâtel, 1901; Bienne-Ins, 1917), così come l'allacciamento alla rete autostradale (costruzione della tratta Berna-Bienne dell'A6 nel 1983-86), crearono condizioni favorevoli allo sviluppo economico della regione e alla sua industrializzazione. La città di Bienne divenne il centro economico del S.; altri centri artigianali e industriali sono Brügg, Lyss e Ins. All'inizio del XXI sec., nel confronto cant. e nazionale, la regione si distingueva nei settori dell'industria orologiera, della meccanica di precisione e dell'industria delle telecomunicazioni, così come nell'offerta educativa (tra cui la scuola univ. professionale bernese di architettura, legno e genio civile). Nel 2002 il S. ha partecipato con successo all'Esposizione nazionale Expo.02.


Bibliografia
Kanton Bern - Historische Planungsgrundlagen, 1973, 271-315
– C. Pfister, H.-R. Egli (a cura di), Historisch-Statistischer Atlas des Kantons Bern, 1998
– AA. VV., Der Wirtschaftsraum Biel/Seeland, 2001
Das Zeit-Reise-Buch, 2002

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / cne