31/08/2006 | segnalazione | PDF | stampare
No 3

Haab, Robert

Nell’edizione a stampa questo articolo è corredato da un’immagine. È possibile ordinare il DSS presso il nostro editore.

nascita 8.8.1865 Wädenswil,morte 15.10.1939 Zurigo, rif., di Wädenswil, dal 1922 cittadino onorario di Richterswil. Figlio di Robert, commerciante, e di Elisabeth Stamm. ∞ (1892) Clara, figlia di Heinrich Landis. A Zurigo frequentò il liceo e iniziò gli studi di diritto, che poi proseguì a Strasburgo e a Lipsia e concluse con il dottorato (1888). Dopo aver lavorato in uno studio legale zurighese ed essere stato sostituto al tribunale distr. di Horgen, nel 1889 aprì un proprio studio a Wädenswil, che diresse fino al 1899. Nel 1889 fu inoltre eletto giudice del tribunale d'appello zurighese. Radicale, fu municipale (dal 1892) e sindaco (1894-99) di Wädenswil e deputato al Gran Consiglio zurighese (1894-1902, 1906-08). Eletto in Consiglio di Stato (1908), diresse dapprima il Dip. giustizia, polizia e affari militari, poi quello dei lavori pubblici; diede le dimissioni nel 1912 per succedere a Placid Weissenbach alla direzione generale delle FFS, carica che il Consiglio fed. gli aveva offerto l'anno precedente. Durante il suo mandato, che coincise con la nazionalizzazione delle linee La Plaine-Ginevra e del Giura neocastellano, si batté con forza per l'elettrificazione delle FFS. Nel 1915 e nel 1916 il governo gli affidò missioni speciali in campo economico in Germania e Romania; tra la fine del 1916 e il 1917 fu ministro di Svizzera a Berlino. Il 13.12.1917 venne eletto al primo scrutinio (con 163 voti) al Consiglio fed. (pres. della Conf. nel 1922 e 1929), all'interno del quale assunse la direzione del Dip. delle poste e delle ferrovie, che mantenne per tutto il mandato. Continuò a sostenere l'elettrificazione delle FFS e trasformò l'amministrazione delle poste, dei telefoni e dei telegrafi in un'azienda modello. Dopo le dimissioni (1929), si occupò di istituzioni culturali e di utilità pubblica, fra l'altro come pres. della Soc. Gottfried Keller. Nel 1934 assunse la presidenza della Banca popolare sviz. Uomo dalla forte personalità, vicino al popolo, fu insignito del dottorato h.c. in economia pubblica dall'Univ. di Zurigo (1933). Tenente colonnello.


Bibliografia
– Altermatt, Consiglieri federali, 343-347
– H. G. Wägli, «R. Haab», in Schweizer Pioniere der Wirtschaft und Technik, 77, 2003, 49-66

Autrice/Autore: Peter Ziegler / vfe