No 1

Rossi, Alessandro

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

nascita 1820 Lugano, morte 15.1.1891 Milano, di Sessa. Figlio di Pietro, possidente, e di Rosa Trevioli. Fratello di Ermenegildo ( -> 7) e di Rinaldo, Consigliere di Stato ticinese (1893-95). Dopo aver frequentato l'Acc. di Brera (1836-45), fu professore di disegno presso vari ist. milanesi (tra cui la scuola professionale operaia da lui fondata) e lavor˛ quale scultore prevalentemente nella capitale lombarda. Ispettore delle scuole di disegno del cant. Ticino, fu inoltre autore di un Corso elementare di ornamenti per le scuole tecniche. Realizz˛ principalmente sculture di carattere allegorico (La vendemmia, 1881) e monumenti commemorativi e funerari, tra cui si sono conservati quelli commissionati dal com. di Locarno nel 1856 in onore di Giovanni Antonio Marcacci (cimitero e piazza S. Antonio) e le opere cimiteriali realizzate per diverse fam. di Lugano e Gentilino.


Bibliografia
– A. Panzetta, Diz. degli scultori italiani dell'Ottocento e del primo Novecento, 1, 1994
La ricerca di un'appartenenza, 1803-1870, cat. mostra Lugano, 2001, 433 sg.

Autrice/Autore: Gianna A. Mina