23/05/2008 | segnalazione | PDF | stampare | 
No 10

Morel, Henri

nascita 13.6.1838 Claye (Ile-de-France),morte 18.5.1912 Bex, rif., di Colombier (NE). Figlio di Henry, operaio esiliato in Francia dopo aver partecipato ai moti repubblicani del 1831, e di Marguerite Racine. ∞ 1) una cittadina franc. nata Seigneur; 2) Ida Regamey, nata Bourquin. Cugino di Frédéric Soguel. In Francia M. lavorò come incisore di stampi per indiane. Fu impiegato dapprima alla cancelleria di Stato di Neuchâtel (1852-55), poi presso la compagnia ferroviaria del Jura-Industriel a La Chaux-de-Fonds (1855-67). Ottenuta la patente di notaio nel 1869 e quella di avvocato nel 1871, esercitò l'attività forense fino al 1877. In seguito fu pres. del tribunale criminale cant. (1884) e del tribunale di La Chaux-de-Fonds (1877-87). Fu segr. (1888-92) e poi direttore dell'ufficio intern. della proprietà intellettuale, letteraria e artistica (1892-1912). Fu deputato radicale al Gran Consiglio neocastellano (1871-87), Consigliere agli Stati (1876-80) e Consigliere nazionale (1880-88, pres. 1886-87). Avversò, in disaccordo con il suo partito, il progetto di revisione della Costituzione fed. del 1872.


Bibliografia
– Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 911 sg.

Autrice/Autore: Isabelle Jeannin-Jaquet / gbp