Cahiers du Rhône

Rivista culturale fondata e diretta da Albert Béguin dal marzo del 1942 fino alla sua morte nel 1957; composta da tre serie (rossa, bianca e blu, come la bandiera franc.), venne pubblicata da Hermann Hauser e dalla sua casa editrice La Baconnière di Neuchâtel fino al 1958, anno in cui la rivista scomparve. Durante la guerra i Cahiers ebbero un ruolo importante per l'editoria della Svizzera franc. e, in maniera talvolta clandestina, anche per quella franc., imbavagliata dal nazionalsocialismo e dal governo di Vichy. Tra il 1942 e il 1945 la rivista si rivolse soprattutto ai lettori che vivevano nella Francia occupata: Paul Eluard vi pubblicò in particolare il suo poema Liberté, Louis Aragon Les yeux d'Elsa, mentre numerosi scrittori e artisti di fama erano suoi collaboratori regolari.


Archivi
– Fondo Albert Béguin presso BVCF
– Fondo censura E-4450 presso AFS
Bibliografia
– F. Frey-Béguin, Les Cahiers du Rhône, "refuge de la pensée libre", cat. mostra La Chaux-de-Fonds, 1993
– O. Cariguel, Les Cahiers du Rhône dans la guerre (1941-1945), 1999

Autrice/Autore: Pierre Chessex / pre