No 1

Mani, Curo

nascita 13.9.1918 Pignia, morte 29.9.1997 Pignia, rif., di Pignia. Figlio di Dumeni, contadino, e di Barbara Wieland. ∞ Heidi Kläger, di Beatenberg. Frequentò l'ist. magistrale di Coira, conseguendo la patente di insegnante nel 1938. Fu attivo come maestro a Pignia. In seguito si formò come docente di scuola secondaria all'Univ. di Zurigo e lavorò nelle scuole secondarie di Andeer (dal 1941) e di Sankt Moritz (1957-83). Dal 1949 al 1955 presiedette il circ. di Schams, che rappresentò nel Gran Consiglio grigionese. Fu redattore del Calender per mintga gi e del Dun da Nadal e curò la pubblicazione del Pledari sutsilvan (1977). Dal 1946 al 1949 fu pres. della Renania, un'ass. linguistica rom. Autore di rilievo, fu una figura di spicco della rinascita culturale nella valle di Schams. Lasciò un vasto corpus di liriche, prose e lavori teatrali. Nel 1988 fu insignito del premio di riconoscimento del cant. Grigioni .


Opere
Ovras, 2 voll., 1991 (con bibl.)
Bibliografia
– Bezzola, Litteratura, 562, 676 sg.
– G. Deplazes, Funtaunas, 4, 1993, 264 (con bibl. ed elenco delle op.)
– B. Tscharner, «C. Mani», in Bündner Jahrbuch, 1999, 180-183

Autrice/Autore: Manfred Gross / vfe