22/10/2012 | segnalazione | PDF | stampare

Walperswil

Com. BE, distr. Nidau, circoscrizione amministrativa Seeland; (1225: Walperssuivile; 1247: Walbervilar). Situato su una morena tra il lago di Bienne e il Seeland, comprende il villaggio di W. e la frazione di Gimmiz. Pop: 237 ab. nel 1764, 556 nel 1850, 609 nel 1900, 665 nel 1950, 788 nel 2000. L'antica strada romana per il Grosses Moos attraversava il territorio del com. Il villaggio faceva parte della signoria dei baroni von W., le cui residenze originarie si trovavano forse nei pressi della casa parrocchiale e sul Burghubel. Prima del 1247 W. passò in eredità ai conti de Neuchâtel-Nidau. Tra i proprietari terrieri figuravano anche ministeriali quali i von Sutz, i von Jegistorf e i von Schüpfen. Nel 1398 W. e l'Inselgau furono assegnati a Berna e con Bühl formarono la circoscrizione di W. del baliaggio di Nidau. La chiesa dei SS. Andrea, Margherita e Petronilla, menz. nel 1228, fu edificata probabilmente nel IX sec. e ricostruita nella seconda metà del XV sec. Nel 1309 i conti donarono all'abbazia di Sankt Johannsen i diritti di patronato, che con la Riforma andarono a Berna (1528). W. forma con Bühl un com. parrocchiale. Nel villaggio, dedito all'avvicendamento delle colture, erano praticate la cerealicoltura e la viticoltura. La correzione delle acque del Giura (1868-90) e migliorie fondiarie (1925-37 e 1966-78) permisero di sfruttare gli antichi pascoli del Grosses Moos-Länggraben per la coltivazione tra l'altro di fragole. Com. a carattere agricolo e artigianale, è servito dalla linea di autobus Aarberg-Täuffelen. Nel 2000 il 69% della pop. attiva era costituito da pendolari in uscita.


Bibliografia
– P. Aeschbacher, Stadt und Landvogtei Nidau von den Anfängen bis ins 16. Jahrhundert, 1929
– F. Allimann-Laubscher, Walperswil, 1966
– B. Frutiger, Bauinventar der Gemeinde Walperswil, 2007

Autrice/Autore: Anne-Marie Dubler / lta