Messager boiteux [Corrier zoppo]

Consulti questa voce sul nuovo sito web del DSS (versione Beta)

Denominazione di diversi Almanacchi, pubblicati dalla seconda metà del XVII sec. (in ted. Hinkender Bote). Dal 1676 furono pubblicati a Basilea due popolari calendari dal titolo Der Hinkende Bote, che ebbero presto un'ampia diffusione. Una traduzione franc. fu distribuita a partire da Vevey dal 1707. Il titolo venne ripreso da altri almanacchi, come l' Historischer Kalender oder der Hinkende Bote bernese, tuttora esistente. Dal 1748 fu venduta un'edizione franc. a Vevey, dove fu pure stampata dal 1755. Il Véritable Messager boiteux de Berne divenne il Véritable Messager boiteux de Vevey (1799) e poi il Véritable Messager boiteux de Berne et Vevey (1803), nome che ha mantenuto fino a oggi. Un'edizione di lingua ted. (Hinkende Bott von Vivis) fu pubblicata sempre a Vevey dal 1794 al 1848. Il Véritable Messager boiteux de Neuchâtel uscì dal 1805 al 1962; fu preceduto, nell'ultimo quarto del XVIII sec., da una pubblicazione dal titolo simile, che ebbe durata incerta. Un Corrier zoppo, o sia Mercurio storico e politico, ispirato ai modelli della Svizzera franc. e ted. e al Mercurio storico, e politico di Venezia, fu pubblicato a Lugano dalla tipografia Agnelli fra il 1756 e il 1762.


Bibliografia
– J. Capré, Histoire du Véritable Messager boiteux de Berne et Vevey, 2 voll., 1885-1888
– J. H. Graf, Historischer Kalender oder der Hinkende Bote, 1896
– B. Crettaz et al., Les secrets d'un almanach, 1980
– L. Desponds, Messager boiteux, 1996
– C. Caldelari, Bibliografia luganese del Settecento, 1999
– M. Vernus, Pourquoi le messager boitait-il?, 2003

Autrice/Autore: François de Capitani / srg