31/05/2012 | segnalazione | PDF | stampare

Freienstein-Teufen

Nell’edizione a stampa questo articolo è corredato da immagini. È possibile ordinare il DSS presso il nostro editore.

Com. ZH, distr. Bülach; (890: Tiuffen; 1254: Frigenstein). Il com., situato sul versante sudoccidentale dell'Irchel lungo il corso inferiore della Töss, è composto dai villaggi di Freienstein e Teufen; fino al 1958, anno in cui le Zivilgemeinden di Freienstein e Teufen furono soppresse, fu denominato Freienstein. Pop: 436 ab. nel 1634 ca., 679 nel 1771, 788 nel 1836, 835 nel 1850, 1301 nel 1900, 1120 nel 1950, 1219 nel 1970, 2127 nel 2000. Sull'Irchel, sopra il Talhof, è stato scoperto un rifugio preistorico. Tra Freienstein e Teufen è stato rinvenuto un insediamento romano del III sec. d.C., e presso la Tössegg è ubicata una vedetta romana del 350-400 d.C. Nell'alto ME si formarono le signorie giurisdizionali di Teufen e Freienstein. Quest'ultima era di proprietà della fortezza di Freienstein: fino al 1254 appartenne ai baroni von Tengen e fino al 1360 ai baroni von Freienstein. Dopo la distruzione della fortezza da parte delle genti di Winterthur nel 1443, durante la Vecchia guerra di Zurigo, le due signorie giurisdizionali si unirono (fino al 1798). Zurigo acquisì l'alta giustizia con la contea di Kyburg nel 1424, risp. in maniera definitiva nel 1452, e amministrò Freienstein e Teufen fino al 1798 quale parte del baliaggio di Kyburg. Gli statuti com. di Freienstein risalgono al 1605, mentre i decreti volti a limitare l'accesso alla cittadinanza sono del 1582 e del 1623. Il libero sviluppo com. dei due villaggi fu ostacolato dalla signoria giurisdizionale di Teufen. Il com. di Freienstein, fondato nel 1798 nella parte della parrocchia di Rorbas situata a est della Töss, fece parte dei distr. di Andelfingen, Winterthur (dal 1803) e Bülach (dal 1809). Sul piano religioso i due villaggi fecero dapprima capo alla parrocchia di Embrach; Teufen passò a quella di Rorbas nell'alto ME, Freienstein solo nel 1513. Dall'epoca moderna la viticoltura, praticata sulle pendici dell'Irchel, è un'importante fonte di guadagno. Nel 1836 fu aperta una filanda (completata nel 1857-58 da uno stabilimento tessile e da una fonderia) e nel 1897 una fabbrica di ceramiche; ciò comportò un aumento della pop. e cambiamenti strutturali: nel 1930, ad esempio, il 56% delle persone attive lavoravano nel settore secondario. Nel 1933 fu inaugurata la linea di autobus per Kloten. Tra il 1970 e il 1990 a Freienstein ci fu un forte sviluppo dell'attività edilizia.


Bibliografia
– K. Dändliker, Rorbas, Freienstein und Teufen, 1870
– AA. VV., Rorbas und Freienstein-Teufen, 1985
Wohnschule Freienstein, 1838-1998, 1998

Autrice/Autore: Ueli Müller / npi