• <b>Robert Comtesse</b><br>Rotocalcografia realizzata in occasione dell'elezione in Consiglio federale (1899), pubblicata dall'Associazione patriottica radicale di Neuchâtel-Serrières (Bibliothèque publique et universitaire de Neuchâtel).

No 1

Comtesse, Robert

nascita 14.8.1847 Valangin, morte 17.11.1922 La Tour-de-Peilz, rif., di La Sagne, cittadino onorario di Neuchâtel e di Cernier (1899). Figlio di Arnold Robert, cittadino di Valangin, notaio, giudice di pace, e di Marie-Eliza Cornu. ∞ Elisa-Olga Matthey-Doret, figlia di Ulysse-Frédéric, proprietario. Studiò diritto a Neuchâtel, Heidelberg e Parigi. Avvocato, lavorò associato a Jules Breitmeyer a La Chaux-de-Fonds (1869-74). Liberale fino al 1873, l'anno successivo passò ai radicali. Fu deputato al Gran Consiglio neocastellano (1874-76) e giudice istruttore. Dal 1876 al 1899 fu Consigliere di Stato: diresse i Dip. di polizia, degli interni (autore nel 1888 della legge sui com.), dell'agricoltura e dell'industria. Consigliere nazionale dal 1883 al 1899 (pres. 1893-94), nel 1899 venne eletto al Consiglio fed. e fu responsabile dei Dip. delle finanze e delle dogane (1900, 1903, 1905-09, 1911), di giustizia e polizia (1901), delle poste e delle ferrovie (1902 e 1912), e del Dip. politico come pres. della Conf. (1904-10). Nonostante fosse cosciente della precarietà delle finanze fed., non riuscì a equilibrarne il bilancio. Riuscì invece ad accelerare la creazione della Banca nazionale (legge del 1905). Chiese invano la modernizzazione dell'amministrazione e del Dip. politico e insistette sull'importanza delle relazioni estere. Dopo le sue dimissioni dal Consiglio fed. nel 1912, diresse fino al 1921 l'ufficio intern. riunito per la proprietà intellettuale. Pacifista, fu un sostenitore convinto dell'entrata della Svizzera nella Soc. delle Nazioni. Esponente di spicco del radicalismo, C. dominò la politica neocastellana per più di 20 anni. A Berna invece la sua situazione fu meno felice: spesso criticato dall'ala destra del partito, difese, prima e dopo la guerra, una politica di apertura, rafforzando le relazioni estere sia politiche sia economiche.

<b>Robert Comtesse</b><br>Rotocalcografia realizzata in occasione dell'elezione in Consiglio federale (1899), pubblicata dall'Associazione patriottica radicale di Neuchâtel-Serrières (Bibliothèque publique et universitaire de Neuchâtel).<BR/>
Rotocalcografia realizzata in occasione dell'elezione in Consiglio federale (1899), pubblicata dall'Associazione patriottica radicale di Neuchâtel-Serrières (Bibliothèque publique et universitaire de Neuchâtel).
(...)


Archivi
– Fondi presso AFS e AEN
Bibliografia
– Altermatt, Consiglieri federali, 280-284
Hist.NE, 3
Biogr.NE, 3, 71-76

Autrice/Autore: Eric-André Klauser / czu